Venerdì 21 Aprile 2017 - 08:15

Fabri Fibra live per 'Storytellers': Siamo tutti dei fenomeni

Il programma andrà in onda su VH1 il 3 maggio alle 22.50 in una giornata speciale dedicata al numero uno del rap italiano

Fabri Fibra a Storytellers

Non ama le interviste, preferisce raccontarsi attraverso le sue canzoni. E, superati i 40 anni, Fabri Fibra lo fa con una disinvoltura da re del palcoscenico, e allo stesso tempo con la spontaneità di un rapper agli inizi. Il primo live, per pochi intimi, dopo l'uscita dell'album 'Fenomeno', che è già al numero uno in classifica, il rapper di Senigallia lo 'regala' a 'Storytellers'. Il programma, registrato, andrà in onda su VH1, canale 67 del digitale terrestre, il 3 maggio alle 22.50 e in anteprima il giorno precedente su MTV Music (piattaforma Sky).

In un'ora di concerto, accompagnato sul palco allestito allo Spirit de Milan di Milano da Dj Double S, Fibra snocciola i suoi successi raccontando la genesi di ogni brano. Da quando aveva 7 anni e mangiava lucertole, "più normale di adesso che hanno Instagram e si sparano pose come fossero modelli", al sogno di diventare un rapper, "o per lo meno un cantante, perché erano dei fenomeni. I miei amici volevano diventare calciatori, perché erano quelli i fenomeni. Oggi lo sono i cuochi, gli attori, i calciatori che fanno i ballerini, i ballerini che fanno i cuochi. Siamo tutti fenomeni adesso". Ma Fibra arriva anche al presente, in cui fa foto per i giornali "sempre vestito figo, con la scarpa di moda, perché non basta che fai bella musica. Anzi, non c'è bisogno. L'importante è che quello che mostri sia di moda". Un istante di "ebbrezza di 'fighettaggine', che poi svanisce. Come quando spendi soldi in droga e non rimane niente".

Ma il momento più forte del suo racconto si ricollega all'attualità, all'attimo in cui, guardando l'attentato di Nizza, ha scritto 'Equilibrio', contenuta nell'ultimo disco: "Ero a casa, davanti alla tv, e ho visto quel tir che partiva per il lungomare. Io vengo da Senigallia e lì c'è il lungomare. E ho pensato: se succedesse la stessa cosa dove sono nato? Ma se sei senza soldi, senza amici, senza famiglia... se la società mi mettesse in un angolo, potrei essere io quello che guida quel tir impazzito. Potrebbe essere chiunque si trova a essere disperato. Ho pensato all'equilibrio sociale: vivere insieme dipende dalla qualità della vita di ognuno di noi".

Chicca della serata evento l'arrivo sul palco di Tommaso Paradiso dei Thegiornalisti, con cui duetta in 'Pamplona'. Dopo un'ora di live cala il sipario. Fibra saluta i suoi fan con la dub dance e con una frase conclusiva: "Siamo tutti fenomeni".

Scritto da 
  • Chiara Troiano
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Arriva il 'Butterfly effect' di Mr. Rain: sognando Sanremo e Macklemore

Ricordi, pensieri, momenti, idee e storie: esce venerdì l'album che è quasi un diario personale dell'artista

Max Pezzali, Francesco Renga e Nek sul palco insieme: tutti pazzi per il Duri da battere tour

Parte dalla Unipol Arena di Bologna il progetto dei tre amici e cantanti che ripercorre i loro successi da Gli anni a Laura non c'è, passando per Angelo

67mo festival della canzone italiana - Ingresso dei cantanti al teatro Ariston

Sanremoyoung: ecco i 12 giovani cantanti in gara

I partecipanti del nuovo programma RAI dedicato esclusivamente ai giovanissimi nati nel nuovo millennio

Primo Maggio, il concertone di Roma

Lo Stato Sociale verso Sanremo: traguardi e inediti nell'album dei 'Primati'

La band bolognese presenta il nuovo lavoro in attesa di esibirsi sul palco dell'Ariston