Lunedì 02 Aprile 2018 - 19:30

Facebook, Zuckerberg: "Ci vorranno anni per risolvere problemi"

Secondo il fondatore, il suo social network è troppo "idealistico", è incentrato sugli aspetti positivi del connettere le persone

Cambridge Analytica probe

Facebook avrà bisogno probabilmente di "qualche anno" per risolvere i problemi emersi con le rivelazioni dell'uso di dati degli utenti. È quanto ha detto il fondatore di Facebook, Mark Zuckerberg, in un'intervista rilasciata al sito di informazione Vox a seguito dello scandalo Cambridge Analytica.

Zuckerberg ha difeso il business model della società definendo "ridicola" l'accusa mossa dal ceo di Apple, Tim Cook, secondo cui i guai di Facebook nascerebbero dalla pratica di fare soldi sui dati personali degli utenti. Secondo Zuckerberg uno dei problemi del social network è che sia troppo "idealistico", incentrato sugli aspetti positivi del connettere le persone e che "non spendesse abbastanza tempo per investire o riflettere su alcuni degli usi negativi degli strumenti". "Penso che ora le persone siano adeguatamente focalizzate su alcuni dei rischi e degli svantaggi", ha spiegato. "Penso che lavoreremo su questo, ma ci vorranno alcuni anni - ha aggiunto - Vorrei poter risolvere tutti questi problemi in tre o sei mesi, ma penso solo che la realtà sia di doversi prendere un periodo di tempo più lungo".

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Bruxelles, intervista a Mariya Gabriel

Digitale, Commissione Ue punta su AI: "Ma è l'uomo alla guida"

Aumentati gli investimenti per il biennio 2018-2020 fino a 1,5 miliardi nel quadro del programma Horizon 2020

25999778

WhatsApp alza a 16 anni l'età minima per l'utilizzo nell'Ue

L'app si è adeguata a un nuovo regolamento europeo sulla protezione dei dati personali

Manifestazione Vivite dove il vino parla la  lingua di tutti

Il vino italiano vince la sfida con quello francese: è record storico

Di fatto vince l'ottimo rapporto prezzo/qualità della produzione italiana

Carbonara day, il mondo celebra (e mortifica) la nostra ricetta

Il primo piatto romano sempre più bistrattato all'estero. Ma sono tante le specialità 'ardite' spacciate per italiane