Lunedì 10 Luglio 2017 - 15:15

Fascismo, M5S: Da Pd attacchi strumentali, noi sempre contro regime

Toninelli: "Legge Fiano scritta con i piedi per andare sui giornali"

Fascismo, M5S: Da Pd attacchi strumentali, noi sempre contro regime

"L'antifascismo è un valore fondante della nostra Costituzione e del nostro Paese. Un principio che non può mai essere dimenticato né messo in discussione, rispetto al quale non è neppure ipotizzabile un passo indietro. Gli attacchi odierni nei nostri confronti che provengono dal Pd sono puramente strumentali. Non permettiamo a nessuno di mettere in discussione principi fondanti della nostra storia e della nostra identità". Così il capogruppo del MoVimento 5 Stelle alla Camera Simone Valente.

"La proposta #Fiano è scritta coi piedi solo per andare sui giornali. Votiamo la #LeggeRichetti sui #vitalizi invece di fare propaganda!". Così il deputato M5S Danilo Toninelli, membro della commissione Affari costituzionali della Camera. 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Bucarest, Paolo Gentiloni  incontra il Primo Ministro di Romania Viorica Dancila

Governo, 'pressing' Gentiloni: "Serve soluzione politica in tempi rapidi"

Il 'vecchio' premier sceglie Bucarest per lanciare un chiaro avviso ai partiti

Consultazioni della Presidente incaricata Maria Elisabetta Alberti Casellati

Niente accordo di governo. M5S: "Disponibili al contratto solo con la Lega"

Di Maio: "Da Fi e Fdi possiamo accettare solo un appoggio esterno. Per noi, limiti invalicabili"

Consultazioni della Presidente incaricata Maria Elisabetta Alberti Casellati

Consultazioni da Casellati: tutto fermo. Ultimatum di Di Maio a Salvini. Ma lui non lascia Berlusconi

M5S: "Centrodestra finzione". Il Cav: "Da parte nostra non c'è stato mai nessun veto". Il leader del Carroccio: "Usate Silvio per non andare al governo"

E' MORTO GIOVANNI LEONE

Governo, i tempi dell'esplorativo: dai 5 giorni di Fanfani ai 22 di Leone

Il primo mandato esplorativo della storia repubblicana fu affidato al presidente del Senato, Cesare Merzagora, il 6 maggio 1957