Martedì 16 Maggio 2017 - 08:15

Favori al fratello, arrestato il sindaco di Lonate Pozzolo

Per Danilo Emilio Rivolta è stata disposta la custodia in carcere

Favori al fratello, arrestato il sindaco di Lonate Pozzolo

I  carabinieri del Nucleo investigativo di Varese stanno dando esecuzione a un'ordinanza applicativa di misura cautelare personale emessa dal gip del Tribunale di Busto Arsizio nei confronti del sindaco di Lonate Pozzolo (VA), del fratello e della convivente del sindaco, nonché di quattro imprenditori della zona di Lonate Pozzolo. In particolare, per il sindaco Danilo Emilio Rivolta è stata disposta la custodia in carcere, mentre il fratello è stato messo ai domiciliari. Domiciliari anche per due imprenditori, mentre per gli altri due e la compagna di Rivolta c'è l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Secondo le indagini della Procura di Busto Arsizio, il sindaco di Lonate Pozzolo, abusando della sua funzione di primo cittadino, avrebbe favorito l'attività del fratello, titolare di un noto studio di progettazione immobiliare, e di altri imprenditori locali. Dovrà rispondere di tentata concussione, corruzione ed abuso d'ufficio.

Contestualmente i militari del gruppo della guardia di finanza di Busto Arsizio, con quelli della compagnia di Gallarate, stanno eseguendo numerose perquisizioni nelle abitazioni degli indagati, nonché nei Comuni di Busto Arsizio e Gallarate e in uffici di società di consulenze e progettazione a Pavia, Lonate Pozzolo e Gallarate.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Milano, spara alla ex e tenta suicidio: gravi entrambi

Milano, tragedia a Segrate: spara alla ex e tenta il suicidio

I due sono stati portati in ospedale e sono in gravissime condizioni

Milano, il gip convalida arresto aggressore stazione Centrale

Milano, il gip convalida arresto aggressore stazione Centrale

Hosni giovedì sera ha accoltellato due militari e un agente della Polfer

Milano, marcia Nessuna persona è illegale

Migranti, a Milano l'orgoglio dell'accoglienza: Siamo 100mila

Grasso: "Chi nasce e studia qui è italiano". Contestazione degli antagonisti al governo

Milano, aggressore stazione indagato per terrorismo. In carcere si scusa: Mi dispiace

Milano, l'aggressore si scusa, indagato per terrorismo

Giovedì sera il ferimento di due militari e un agente