Giovedì 23 Febbraio 2017 - 17:45

Fca, prodotta Panda Natural Power numero 300 mila

Record per la prima city-car con alimentazione CNG su larga scala nello stabilimento campano di Pomigliano d'Arco

Fca, prodotta Panda Natural Power numero 300 mila

Record per Fca nell’ambito dei veicoli a gas naturale. Nello stabilimento campano di Pomigliano d'Arco, è stata prodotta la Panda Natural Power numero 300 mila, prima city-car con alimentazione CNG su larga scala. La Panda del record, una Lounge bianca che sarà esposta al prossimo Salone Internazionale dell'Auto di Ginevra, è dotata di propulsore TwinAir Turbo Natural Power e doppia alimentazione benzina-metano (80 cv/59 kW con emissioni di CO2 e di ossidi d'azoto ridotte del 23% e del 52%, rispetto al benzina) oltre a essere già compatibile con l'impiego di biometano. Il gruppo FCA da vent’anni nel settore,presenta una gamma che annovera sei modelli del marchio Fiat (Panda, Punto, Qubo, Doblò, 500L e 500L Living), uno Lancia (Ypsilon) e quattro Fiat Professional: Fiorino, Doblò Cargo, Ducato e Ducato Panorama, per un totale di oltre 700 mila vetture vendute.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Mp&Silva, siglato nuovo accordo europeo per World Boxing Super Series

Mp&Silva, nuovo accordo europeo per World Boxing Super Series

Annunciata l'acquisizione dei diritti televisivi con RTL Netherlands e Arena Sport

Boxe, Manny Pacquiao sconfitto: perde il titolo mondiale contro Jeff Horn

MPSilva-7Sports, accordo per i diritti World Boxing Super Series

Il nuovo campionato (Massimi leggeri e Supermedi) verrà trasmesso in Germania, Austria e Svizzera

MP&Silva, Chris Lencheski direttore delle Commercial Partnership

Si occuperà di America, Europa, Asia e Medio Oriente. Il Ceo Jochen Lösch: "L'azienda si sta trasformando in un'agenzia full service di marketing sportivo"

Fedez dietro le quinte del Wind Summer Live Festival

Il tribunale dà ragione a Fedez. I diritti vanno versati a Soundreef

La causa contro un organizzatore di concerti che aveva versato a Siae dalla quale l'artista si è da tempo staccato