Venerdì 01 Settembre 2017 - 19:45

Fca vola in Borsa su mercato Francia e S&P, record sopra 13 euro

Il gruppo vale oggi oltre 20,4 miliardi di euro e Goldman Sachs vede la possibilità di un nuovo raddoppio del valore

Presentazione nuova Abarth 695 Rivale ai cantieri Riva di Sarnico

Non si ferma il rally di Fiat Chrysler Automobiles in Borsa. Il titolo ha superato per la prima volta il tetto di 13 euro a Piazza Affari, centrando in chiusura un nuovo record storico a 13,34 euro, pari a un balzo del 5,45%.

Il gruppo vale oggi oltre 20,4 miliardi di euro, dopo essere cresciuto del 30,8% in un mese e del 116,23% in un anno. E Goldman Sachs vede la possibilità di un nuovo raddoppio del valore. Gli analisti della banca d'affari statunitense hanno alzato ieri il prezzo obiettivo a 25,9 euro. Il giudizio lusinghiero di Goldman Sachs arriva dopo che, nelle scorse settimane, si sono inseguite le indiscrezioni di stampa sulla cessione della componentistica, ovvero Magneti Marelli e Comau, per aggredire il debito industriale netto e di un possibile scorporo di un polo del lusso italiano, con Alfa Romeo e Maserati.

Inoltre hanno sostenuto il titolo le voci estive di un interessamento dalla Cina per il marchio Jeep. Ma oggi sono arrivate ulteriori buone notizie. Il mercato auto della Francia cresce infatti del 9,42% in agosto, con Fca che vede salire le immatricolazioni transalpine del 17,8%. E ancora Standard & Poor's ha rivisto oggi in rialzo l'outlook del gruppo italo-americano, da stabile a positivo. L'agenzia ha confermato la valutazione 'BB' per il rating a lungo termine del gruppo Fca e la 'B' per il rating a breve termine, ma nei prossimi 12 mesi la valutazione sul merito di credito potrebbe perfino aumentare.

A neutralizzare un potenziale effetto sui mercati del calo delle vendite negli Stati Uniti, pari all'11% ad agosto, ci ha pensato la tenuta dell'intero settore auto Usa. Non bisogna dimenticare il passaggio dell'uragano Harvey che, ha dichiarato il capo economista di General Motors, Mustafa Mohatarem, "ha avuto un impatto negativo sulle consegne durante l'ultima settimana del mese per tutte le case automobilistiche, ma i fondamentali economici degli Stati Uniti continuano a sostenere forti vendite di veicoli".

Insomma, anche a Wall Street gli investitori hanno premiato un intero settore in grado di sopportare una catastrofe naturale della portata di Harvey. In Italia Fca registra anche ad agosto un incremento delle vendite: le registrazioni, pari a 24 mila, sono aumentate del 15,6% rispetto allo stesso mese di un anno fa. Si tratta di un dato in linea con l'espansione del 15,8% fatta registrare dal mercato del Belpaese. La quota è del 28,8%, la stessa dell'agosto 2016. Nel progressivo annuo le registrazioni Fca ammontano a quasi 398 mila unità, in aumento del 9,4% sui primi otto mesi del 2016. La crescita è leggermente migliore rispetto a quella ottenuta dal mercato, con la quota che avanza di 0,1 punti percentuali al 29,1%. 

Scritto da 
  • Lorenzo Allegrini
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Piantumazione alberi - Biblioteca degli alberi Porta Nuova

La assunzioni salgono del 20,1%, ma ancora a tempo determinato

Positivi i dati dell'Inps sul lavoro nei primi nove mesi 2017. Il saldo positivo tra assunzioni e cessazioni è di 721 mila. Balzo del lavoro a chiamata

Ecofin, riunione dei ministri delle finanze dell'Unione europea in Lussemburgo

Bilancio, la lettera della Ue. Italia rimandata a maggio

La Commissione europea invita a non annacquare le misure chiave. "Evitare passi indietro sulle pensioni. Attuare la Fornero"

Risultati candidatura ema milano

Ema, polemiche dopo la sconfitta. Maroni: "C'è stata scorrettezza"

L'Agenzia del Farmaco finita ad Amsterdam per sorteggio. Il governatore lombardo: "Gentiloni e Alfano potevano farsi vedere". Tutti contro il sistema di decisione

Sede Ema, oggi il verdetto

Agenzia del farmaco, il sorteggio decide per Amsterdam

La terza votazione è finita 13 a 13. Milano sfortunata nell'estrazione. Vola via un indotto da 1,7 miliardi all'anno. Gentiloni: "Che beffa!"