Giovedì 06 Luglio 2017 - 19:00

Femminicidio, Fi e Lega bloccano al Senato legge su aiuti a orfani

Il "no" per il riferimento ai figli delle unioni civili. Il ministro Boschi stupita: Ripensateci

Femminicidio, Boschi: Stupore per stop di Forza Italia a legge su aiuti orfani

Stop per il disegno di legge che tutela gli orfani di femminicidio. I senatori di FI, Gal e Lega hanno detto di no all'esame in sede deliberante, cioè senza passare dall'Aula. Azione che impedisce di accelerare l'approvazione del provvedimento.  E questo, spiegano alcuni dei parlamentari che in commissione Giustizia del Senato hanno posto il veto, perché nel testo si "fa riferimento ai figli delle unioni civili" tentando "di far entrare dalla finestra" un tema ancora caldo e soprattutto "già affrontato in altra sede".

"Stupore e dispiacere per la scelta del gruppo di Forza Italia al Senato di stoppare la legge in favore degli orfani vittime di crimini domestici approvata all'unanimità alla Camera dei Deputati. Forza Italia, negando l'assenso alla sede deliberante per la legge, allunga i tempi per approvarla e mette a rischio il risultato finale. Mi auguro che i deputati e le deputate di Forza Italia, a cominciare dalle ex ministre Carfagna e Prestigiacomo, facciano cambiare idea ai loro colleghi del Senato. Perché rimandare una legge che si può approvare subito? Gli orfani delle vittime hanno bisogno di riposte e di averle il prima possibile". Lo afferma la sottosegretaria alla Presidenza del Consiglio Maria Elena Boschi, che ha la delega alle Pari Opportunità.

"Faccio fatica a comprendere il ritiro del consenso da parte del centrodestra alla sede deliberante in commissione Giustizia sul disegno di legge in favore gli orfani di Femminicidio. C'è l'urgenza di rafforzare le tutele per quei minori che sono rimasti orfani in seguito a crimini domestici. Ritardare l'approvazione di un provvedimento così importante è una scelta priva di senso. Mi auguro ci siano ancora i margini per un ripensamento, soprattutto da parte delle donne di centrodestra che sono assolutamente consapevoli della necessità di questa legge". Lo dichiara la ministra dei Rapporti con il Parlamento Anna Finoccchiaro.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Piazza Montecitorio - Manifestazione del M5S contro il Rosatellum

M5S, Morra: "Alleanze? Chi vuole combattere per nostro programma ben venga"

Il senatore commenta le parole di Beppe Grillo e ribadisce la linea di Di Maio, senza escludere dunque apporti esterni dopo il voto

Liliana Segre, reduce di Auschwitz

Chi è Liliana Segre, sopravvissuta all'Olocausto e nuova senatrice a vita

Vittima delle leggi razziali del fascismo, il 30 gennaio 1944 venne deportata con il padre in Germania e poi al campo di concentramento di Birkenau-Auschwitz

Porta a porta, ospiti Danilo Toninelli e Matteo Orfini

Pd, Orfini: "LeU? Evitiamo scenari confusi alla D'Alema. No larghe intese"

Per il presidente del Partito democratico Renzi è la prima scelta per palazzo Chigi, senza escluderne però altri. E l'obiettivo da raggiungere alle urne è il 25%

Milano, convegno "Fare pace è un'impresa"

Olocausto, Mattarella nomina Liliana Segre senatrice a vita

Sopravvissuta ai campi di concentramento, ha ricevuto la carica per il suo impegno nel campo sociale