Martedì 16 Gennaio 2018 - 21:45

Ferrari pensa a supercar elettrica. Marchionne: "Saremmo i primi"

Il brand del cavallino rampante lancerà alla fine del 2019 il suo suv

Conferenza stampa di Sergio Marchionne - Salone dell'automobile di Detroit

Ferrari lancerà alla fine del 2019 il suo suv e intende costruire un'auto sportiva elettrica per fare concorrenza a Tesla. Interrogato al salone di Detroit sulle tempistiche per il lancio di un suv da parte del brand del cavallino rampante, il presidente e ceo di Ferrari Sergio Marchionne ha risposto così: "Probabilmente fine 2019, inizio 2020". Marchionne, inoltre, ha riferito che Ferrari sarà il primo produttore di lusso a costruire un'auto sportiva elettrica dalle alte performance. "Penso che se viene costruita una supercar elettrica, sarà Ferrari a farla per prima", ha dichiarato. "Le persone sono stupite da quello che Tesla ha fatto con una super car. Non voglio sminuire ciò che ha fatto Elon (Musk, il ceo di Tesla ndr.), ma penso che sia fattibile da tutti", ha aggiunto Marchionne.

Questi progetti dovrebbero figurare nel piano strategico 2018-2022 di Ferrari, che è atteso nel primo semestre in corso e potrebbe includere anche delle sportive ibride. Il marchio di lusso prova da qualche anno a diversificare il suo portafoglio per aumentare i profitti mantenendo l'esclusività che gli permette di vendere auto a prezzi elevati. Ferrari produce attualmente circa 8.400 auto all'anno, ma non ha mai escluso un aumento, che potrebbe farle superare i 10mila o anche 16mila esemplari.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Fiat, prodotta la 500millesima Fiat 500L

L'esemplare da record realizzato nella versione Cross con livrea bicolore Arancio Sicilia e tetto Nero lucido

Fca, torna il “Bonus Impresa”

Raddoppiato il contributo stanziato rivolto ad aziende, liberi professionisti e partite Iva

Parco Valentino, ritorna il salone torinese

40 case automobilistiche attese, 8 delle quali già confermate

Fca, consegnata a Candiolo la Fiat 500C a una vincitrice speciale

È una paziente dell’Istituto per la Ricerca e la Cura del Cancro: “Qui sono stata fortunata due volte”. Ha ricevuto l’auto da Allegra Agnelli e Alfredo Altavilla