Martedì 03 Luglio 2018 - 13:15

Aggressione Bettarini, fermato: "Mi spiace per lui ma io non c'entro"

Uno dei 4 ragazzi accusati di aver accoltellato Niccolò si difende in attesa dell'interrogatorio

"Sono dispiaciuto per lui, ho saputo solo in carcere che è il figlio di Bettarini, non sono io l'autore di quel gesto e non ho visto chi è stato". Si è difeso così Alessandro Ferzoco, il 24enne fermato assieme ad altri tre per il tentato omicidio di Niccolò Bettarini, figlio di Stefano e Simona Ventura.

Ferzoco, assistito dall'avvocato Mirko Perlino, ha parlato martedì mattina con il suo legale che è andato a trovarlo in carcere, dove si trova dopo essere sttao fermato per l'aggressione avvenuta davanti alla discoteca 'Old Fashion' nella notte tra sabato e domenica scorsa. Ferzoco e gli altri tre fermati affronteranno mercoledì l'interrogatorio di garanzia davanti al gip Stefania Pepe.
 

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

L'automobile della Guardia di Finanza parcheggiata

Palermo, rete di Caf favoriva l'immigrazione clandestina: 9 arresti

Inoltravano istanze per il rinnovo o l'ottenimento del permesso di soggiorno sulla base di documentazione fiscale e assunzioni fittizie

Cernusco sul Naviglio, il luogo del lancio del sasso sulla statale

Piacenza, barista aggredita e violentata: 34enne arrestato a Milano

L'aggressore, non ancora identificato, ha sorpreso la donna mentre stava chiudendo il bar

Campobasso, ministro Savona indagato per usura bancaria

Sono coinvolte in tutto 23 persone, manager e noti banchieri che tra il 2005 e il 2013 hanno ricoperto ruoli chiave in Unicredit