Giovedì 13 Ottobre 2016 - 18:30

'Fili sottopelle' o lifting, nuove frontiere della chirurgia estetica

I fili sono fatti di acido polilattico e non fanno male

'Fili sottopelle' o lifiting, le nuove frontiere della chirurgia estetica

Spazio alla chirurgia estetica e alla moda dei cosiddetti 'fili sottopelle'. Nel salotto di 'Pomeriggio 5' la dottoressa Dvora Ancona spiega che "questi fili sono fatti di acido polilattico e non fanno male. La loro durata è variabile: alcuni dopo un paio di mesi sono da cambiare, ma hanno comunque un effetto rivitalizzante". E la showgirl Francesca Cipriani ne approfitta per chiedere "se sia possibile applicarlo anche sui glutei", suscitando l'ilarità in studio. Dvora Ancona, infatti, risponde: "Puoi anche metterlo, ma poi non potrai più saltare!". Ma il professor Pietro Lorenzetti è contrario ai 'fili sottopelle' e consiglia il "lifting, soprattutto dopo i 40 anni perché permettono il ringiovanimento del viso e agisce sui muscoli, a differenza dei fili messi dalla dottoressa Ancona".

In studio c'è anche Ada Alberti che vorrebbe, invece, ridurre il proprio seno: "Sono piccolina e questo seno mi provoca molti dolori alla schiena, ma sono preoccupata dall'intervento". Pietro Lorenzetti però la rassicura: "Non fa assolutamente male, perché si va a intervenire sulla parte adiposa e ghiandolare. Nel giro di 4-5 giorni poi si può ricominciare una normale attività lavorativa". Però Francesca Cipriani, dall'alto della sua settima, le dice "di non ridurre niente".

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Neonato morto ospedale Policlinico Casilino

Una manovra per la vita: in 50 piazze si impara a salvare i bimbi dal soffocamento

Appuntamento domenica 15 ottobre con la decima edizione dell'iniziativa della Società di medicina d'emergenza e urgenza pediatrica 

Lancio di palloncini e Duomo illuminato di rosa per la ricerca contro il cancro

Tumori al seno, si guarisce nell'87% dei casi, ma le italiane non lo sanno

Presentato un sondaggio dell'Aiom: il 48% ritiene ancora che non sia guaribile e il 35% che non si prevenibile. Quasi 800 donne sono sopravvissute

Congresso Pediatri d'urgenza. I bambini nelle calamità naturali

A Foligno dal 5 al 7 ottobre l'assemblea congressuale della Simeup. Il presidente Riccardo Lubrano:"Come preparare la popolazione a salvare i più piccoli"

L'allarme dell'Istituto superiore di sanità: "A Roma peggiorati tutti gli indicatori"

L'allarme dell'Istituto superiore di sanità: "A Roma peggiorati tutti gli indicatori"

La ministra Lorenzin: "La città ha avuto un grande declino, è piena di droga"