Giovedì 13 Ottobre 2016 - 18:30

'Fili sottopelle' o lifting, nuove frontiere della chirurgia estetica

I fili sono fatti di acido polilattico e non fanno male

'Fili sottopelle' o lifiting, le nuove frontiere della chirurgia estetica

Spazio alla chirurgia estetica e alla moda dei cosiddetti 'fili sottopelle'. Nel salotto di 'Pomeriggio 5' la dottoressa Dvora Ancona spiega che "questi fili sono fatti di acido polilattico e non fanno male. La loro durata è variabile: alcuni dopo un paio di mesi sono da cambiare, ma hanno comunque un effetto rivitalizzante". E la showgirl Francesca Cipriani ne approfitta per chiedere "se sia possibile applicarlo anche sui glutei", suscitando l'ilarità in studio. Dvora Ancona, infatti, risponde: "Puoi anche metterlo, ma poi non potrai più saltare!". Ma il professor Pietro Lorenzetti è contrario ai 'fili sottopelle' e consiglia il "lifting, soprattutto dopo i 40 anni perché permettono il ringiovanimento del viso e agisce sui muscoli, a differenza dei fili messi dalla dottoressa Ancona".

In studio c'è anche Ada Alberti che vorrebbe, invece, ridurre il proprio seno: "Sono piccolina e questo seno mi provoca molti dolori alla schiena, ma sono preoccupata dall'intervento". Pietro Lorenzetti però la rassicura: "Non fa assolutamente male, perché si va a intervenire sulla parte adiposa e ghiandolare. Nel giro di 4-5 giorni poi si può ricominciare una normale attività lavorativa". Però Francesca Cipriani, dall'alto della sua settima, le dice "di non ridurre niente".

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Stress ossidativo, come combattere i danni dei raggi solari

Stress ossidativo, come combattere i danni dei raggi solari

I consigli del chirurgo Mirko Manola per preparare la pelle all'esposizione

I bambini piangono di più in Italia e Gb, meno in Germania

I neonati italiani sono più 'piagnoni' dei tedeschi

Lo afferma uno studio dell'università di Warwick

Hiv, professor Poli: Più fondi alla ricerca, Aids è ancora emergenza

Professor Poli: Più fondi a ricerca, Aids è ancora emergenza

Trent'anni fa fu approvato il primo farmaco contro il virus ma per gli studiosi c'è ancora tanta strada da fare

Il ministero della Salute lancia l'allarme sull'aumento del morbillo: Da gennaio +230%

Morbillo, il ministero della Salute lancia l'allarme: Aumento del 230%

Lorenzin: "Bisogna promuovere un'ulteriore campagna di responsabilizzazione sui vaccini"