Giovedì 13 Ottobre 2016 - 18:30

'Fili sottopelle' o lifting, nuove frontiere della chirurgia estetica

I fili sono fatti di acido polilattico e non fanno male

'Fili sottopelle' o lifiting, le nuove frontiere della chirurgia estetica

Spazio alla chirurgia estetica e alla moda dei cosiddetti 'fili sottopelle'. Nel salotto di 'Pomeriggio 5' la dottoressa Dvora Ancona spiega che "questi fili sono fatti di acido polilattico e non fanno male. La loro durata è variabile: alcuni dopo un paio di mesi sono da cambiare, ma hanno comunque un effetto rivitalizzante". E la showgirl Francesca Cipriani ne approfitta per chiedere "se sia possibile applicarlo anche sui glutei", suscitando l'ilarità in studio. Dvora Ancona, infatti, risponde: "Puoi anche metterlo, ma poi non potrai più saltare!". Ma il professor Pietro Lorenzetti è contrario ai 'fili sottopelle' e consiglia il "lifting, soprattutto dopo i 40 anni perché permettono il ringiovanimento del viso e agisce sui muscoli, a differenza dei fili messi dalla dottoressa Ancona".

In studio c'è anche Ada Alberti che vorrebbe, invece, ridurre il proprio seno: "Sono piccolina e questo seno mi provoca molti dolori alla schiena, ma sono preoccupata dall'intervento". Pietro Lorenzetti però la rassicura: "Non fa assolutamente male, perché si va a intervenire sulla parte adiposa e ghiandolare. Nel giro di 4-5 giorni poi si può ricominciare una normale attività lavorativa". Però Francesca Cipriani, dall'alto della sua settima, le dice "di non ridurre niente".

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Senato - ddl su biotestamento

Legge sul Biotestamento, il Senato approva i primi articoli

Superati senza ostacoli anche i voti segreti. Il testo completo dei primi due articoli

Online doctor services

Mal di testa&co, gli italiani si curano sul web: ma occhio alle fake news

Sono diventati 15 milioni quelli che cercano aiuto online, ma oltre la metà è incappato in una bufala

Participants take part in a commemoration ceremony near a monument in memory of AIDS victims in Kiev

Aids, 3.451 nuovi casi nel 2016. Allarme su diagnosi tardive

A preoccupare maggiormente anche la scarsa informazione da parte dei giovani

Manifestazione contro la violenza sulle donne

La violenza spezza le donne: boom 'sindrome del cuore infranto'

L'allarme dei cardiologi: la violenza, anche psicologica, può far ammalare