Mercoledì 29 Novembre 2017 - 12:00

Fincantieri, pronta "Seaside", la nave più grande mai costruita in Italia

Oggi la cerimonia di consegna a MSC Cruises, alla presenza del Presidente della Repubblica

Fincantieri ha annunciato che è stata consegnata oggi a Monfalcone la Msc "Seaside", la prima di due navi di prossima generazione, realizzata dal gruppo di Trieste per Msc Cruises. "Msc Seaside è la più grande nave finora realizzata in Italia - ricorda Fincantieri in una nota -. Lunga 323 metri e con una stazza lorda di 154.000 tonnellate, la nuova unità può ospitare 5.179 passeggeri a bordo". Msc "Seaview", gemella di MSC "Seaside", sarà consegnata nella primavera del 2018. Giornata positiva in Borsa per Fincantieri, con il titolo che guadagna circa l'1,27 per cento.

In mattinata, a Monfalcone, la cerimonia di consegna alla presenza del Capo dello Stato, Sergio Mattarella.

Fincantieri, in 230 anni di attività, ha costruito oltre 7.000 navi. Oggi ha quasi ventimila dipendenti (8.200 in Italia) che lavorano in venti stabilimenti sparsi in quasi tutto il mondo. E' il maggior costruttore di navi in Occidente e lavora per le Marine mercantili e belliche di molti paesi.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Meridiana si trasforma in Air Italy: "Obiettivo 10 milioni di passeggeri al 2022"

Nuove rotte, ampliamenti di flotta e un'ambizione: diventare la compagnia leader nel Paese

Embraco: incontro con il ministro dello Sviluppo Economico Calenda

Embraco, salta la trattativa sui licenziamenti. Calenda furioso: "Non ricevo più questa gentaglia"

L'azienda dice no alla cassa integrazione. Il ministro: "Irresponsabili". Chiamparino: "Atteggiamento incomprensibile"

Agcom, nuove sanzioni contro le Telco per fatturazioni scorrette

Continua, nonostante la legge, il sistema delle 4 settimane. Va avanti l'istruttoria contro l'eventualità di un "cartello"

In Kenya un centro di formazione spaziale sostenuto dall'Italia

Trova interesse e risposte la proposta di cooperazione dell'Agenzia Spaziale Italiana. I "nanosatelliti" come primo passo per l'Africa