Sabato 02 Dicembre 2017 - 20:15

Firenze, bandiera del Reich in stanza caserma carabinieri \ VIDEO

L'Arma sta valutando provvedimenti disciplinari

Parma, l'Ospedale Maggiore dove è morto Toto Riina

Saranno effettuati accertamenti interni per verificare se davvero in una delle stanze della caserma Baldissera di Firenze, sede del sesto battaglione dei carabinieri, è stata affissa una bandiera da guerra del Secondo Reich e da chi. Lo si apprende dall'Arma che rende noto che il comandante del battaglione sta "valutando provvedimenti disciplinari" ed eventuali conseguenze penali del gesto.

A notare e filmare la bandiera del Reich, appesa in una stanza, forse un ufficio della caserma, che si affaccia sui viali di circonvallazione, è stato un giornalista che ha poi pubblicato il video su ilsitodifirenze.it. Nel video si nota, affisso a un muro della stessa stanza, anche un poster con un fotomontaggio di Matteo Salvini che impugna un mitra.

"È indecente che una bandiera neonazista sia esposta in una caserma dei Carabinieri a Firenze? Ci mancano solo i neonazisti nelle forze dell'ordine". Lo afferma il segretario nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni. "Il governo e la ministra Pinotti - conclude il leader di SI - vengano in Parlamento a riferire su questo altro nuovo episodio che coinvolge esponenti dell'Arma".
 

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Meningite: l'ospedale Meyer di Firenze

Firenze, muore di meningite un neonato di due mesi

Un caso raro ma possibile: lo streptococco gli è stato passato dalla madre al momento della nascita

"Negro di m...": spari contro migrante in una parrocchia a Pistoia

La denuncia di don Massimo Biancalani, parroco di Vicofaro

Firenze, prete arrestato per violenza su una una bambina di 10 anni. "Pensavo fosse più grande"

Don Glaentzer, sorpreso in auto con la bimba, ha ammesso di aver avuto altri incontri sostenendo che sarebbe stata sempre la minorenne "a prendere l'iniziativa"

The Disgruntled Childhood Report

Firenze, arresti e denunce per pedofilia su Fb, coinvolto aspirante diacono

Pensionati, disoccupati e uno studente nella rete. Perquisizioni in diverse regioni