Domenica 01 Gennaio 2017 - 18:15

Firenze, bomba contro libreria CasaPound: artificiere perde mano

L'ordigno esploso alle 5.30 aveva un timer, si indaga sulla matrice politica

Firenze, bomba contro libreria vicina a CasaPound: artificiere perde una mano

L'ordigno esploso questa mattina a Firenze alle 5.30 aveva un timer ed era stato infilato tra le maglie della saracinesca della libreria Il Bargello, riconducibile a Casapound. Le indagini seguono la pista della matrice politica. Questa mattina la pattuglia della Digos, nel corso dei controlli su obiettivi sensibili, ha notato il pacco sospetto inserito nella serranda del negozio. La bomba è esplosa quando l'artificiere stava prelevando l'involucro per controllarlo. La deflagrazione lo ha investito ferendolo gravemente. Trasportato d'urgenza all'ospedale Careggi, è stato sottoposto a due interventi chirurgici uno alla mano sinistra e l'altro all'occhio destro.

Il primo intervento per la conservazione della mano non è andato a buon fine e all'artificiere è stata amputata la mano. L'intervento all'occhio, condotto dal Stanislao Rizzo, direttore di oculistica del Careggi, è durato tre ore e mezza. Nel corso dell'operazione è stato possibile ricostruire il bulbo oculare, ma la funzione visiva rischia di essere compromessa.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Operazione di salvataggio di 433 migranti al largo della costa libica

Tratta migranti: una vittima su 4 è bambino o adolescente

Sono 63.251 i casi di tratta e sfruttamento, di cui 17.710 riguardano minori, con una larga prevalenza di femmine

Canale di Sicilia: la nave della Marina Militare "Fulgosi" in soccorso ai migranti

Cipro, fermata nave anti-Ong per traffico esseri umani

Arrestati il capitano e l'equipaggio della nave C-Star, noleggiata dall'associazione di attivisti di estrema destra Defend Europe

Travolge una moto dopo una lite in strada, la folle corsa dell’elettricista accecato dall’ira.

Istat, diminuiscono le vittime della strada: giovani i più colpiti

In Italia e in Europa il numero dei morti sulla strada diminuisce: il cellulare alla guida e l'alta velocità sono le violazioni più sanzionate