Lunedì 11 Settembre 2017 - 14:15

Firenze, pm: "C'è mini-video, ma carabiniere non è identificabile"

Nei prossimi giorni sarà sentito dagli inquirenti anche il secondo militare

Firenze, pm: "C'è mini-video, ma carabiniere non identificabile"

"Esiste un fotogramma, un secondo di video", ma "è stato girato in una situazione di confusione, forse per sbaglio e forse nel locale". Lo ha detto ai giornalisti il capo della procura di Firenze, Giuseppe Creazzo, in merito alla notizia, apparsa oggi su alcuni quotidiani, di un video girato con il telefonino da una delle due studentesse americane che avrebbero subito la violenza nella notte tra mercoledì e giovedì scorsa per la quale sono indagati due carabinieri di Firenze. Il riferimento di Creazzo è alla discoteca in cui erano state le giovani studentesse e dove erano intervenuti i carabinieri per sedare un accenno di rissa. "E' assolutamente falso - ha aggiunto il procuratore - che esista un video girato durante la commissione del reato e durante il quale una delle ragazze pronuncia la parola 'bastard'".

Nei prossimi giorni sarà sentito dagli inquirenti anche il secondo carabiniere, il più giovane. "Se non viene - ha spiegato Creazzo - sarà convocato". Il militare più grande, un appuntato scelto di 40 anni, si è presentato spontaneamente in procura, sabato scorso, accompagnato dal suo legale.

"L'Arma dei carabinieri - ha aggiunto - è parte lesa in questa vicenda, e fin dal primo momento i carabinieri hanno partecipato attivamente e con determinazione alle indagini che sono state affidate alla polizia". 

Nel frattempo il sindaco di Firenze Dario Nardella ha comunicato di aver dato mandato agli uffici legali del Comune "di preparare la costituzione di parte civile in caso di rinvio a giudizio sulla vicenda che vede indagati due carabinieri per la violenza sessuale nei confronti di due studentesse".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Contestazioni alla Bicocca - gli studenti entrano in aula magna

Milano, proteste all'università Bicocca: "No alternanza scuola-lavoro"

Blitz degli studenti durante l'inaugurazione dell'anno accademico. La ministra Fedeli: "Dialogo per risolvere i problemi"

Torino, autopsia 'scagiona' il cane: addestratore morto per un malore

Il 26enne, trovato senza vita sabato scorso, non è stato sbranato dal bull terrier dell'amico. I morsi sul corpo del giovane avvenuti 'post mortem'

Manifestazione contro l'obbligo dei vaccini

Vaccini, Consulta rinvia a mercoledì decisione su ricorsi Veneto

Nel pomeriggio si è svolta l'udienza pubblica di fronte alla Corte Costituzionale

Tumori al polmone, nuova macchina per la ricerca

Diciassettenne muore di meningite in ospedale a Imola

Era ricoverato da venerdì scorso per un caso batterico. Avviata la donazione degli organi