Sabato 14 Gennaio 2017 - 13:45

Firenze, protesta dei migranti davanti alla prefettura

La manifestazione arriva a due giorni dall'incendio di Sesto Fiorentino, costato la vita a un giovane somalo

Firenze, protesta dei migranti davanti alla prefettura: tensioni con polizia

Tensione a Firenze ,dove alcuni migranti, circa una cinquantina, hanno tentato di fare irruzione nella prefettura. I migranti, che vivevano nel capannone andato a fuoco giovedì a Sesto fiorentino e in cui ha perso la vita un uomo di 35 anni, sono stati respinti dalla polizia con due cariche antisommossa. La prefettura si trova in via Cavour e, da quanto si apprende da fonti di polizia, i migranti si trovavano davanti all'ingresso da questa mattina alle nove. In seguito al rogo del capannone rifugio i migranti sono stati trasferiti temporaneamente nel palazzetto dello sport di Sesto Fiorentino.

Una prima protesta era stata organizzata proprio giovedì sempre davanti alla prefettura. I manifestanti in quell'occasione hanno prima sostato vicino allo stabile urlando slogan come "morto per colpa dello Stato", poi si sono spostati a Palazzo Strozzi e hanno tentato di fare irruzione alla mostra del pittore cinese Ai Weiwei.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Sputi e botte alla coppia di anziani. Allontanata la badante

Livorno, la donna li aveva in cura da due anni e li ha maltrattati in tutti i modi. Un video per dimostrare i fatti

Montevarchi, genitori non pagano la mensa: pane e olio ai figli

Bimbi esclusi dal menù completo per i ritardi nei versamenti. Critiche alla sindaca del comune in provincia di Arezzo

Massa, uccide il fratello per una contesa sulla villa Massoni

Lo ha investito con un furgoncino nel giardino della proprietà. La struttura è ora sotto sequestro

Ragazza diciassettenne trovata in un parco con ferite alla testa dopo notte in discoteca

Firenze, torna a casa la ragazza aggredita nel parco

Sta meglio la 17enne trovata in gravi condizioni a Montelupo. Una serata con gli amici, una lite, poi l'aggressione