Lunedì 30 Ottobre 2017 - 17:45

Firenze, torna a casa la ragazza aggredita nel parco

Sta meglio la 17enne trovata in gravi condizioni a Montelupo. Una serata con gli amici, una lite, poi l'aggressione

Ragazza diciassettenne trovata in un parco con ferite alla testa dopo notte in discoteca

Ha lasciato oggi l'ospedale di Empoli (Firenze) per tornare a casa la diciassettenne di Fucecchio che la mattina del 14 ottobre scorso era stata trovata a terra, priva di sensi e gravemente ferita, in un parco (nella foto) di Montelupo Fiorentino dopo una serata trascorsa in discoteca con una comitiva di amici.

La ragazza aveva riportato fratture al cranio ed era stata alcuni giorni in terapia intensiva per poi essere trasferita, quando le sue condizioni erano migliorate, nell'area medica dell'ospedale empolese. Intanto proseguono le indagini della squadra mobile di Firenze e del commissariato di Empoli per risalire al responsabile o ai responsabili dell'aggressione alla diciassettenne. Nei giorni scorsi la ragazza era stata ascoltata dagli inquirenti ma non era stata in grado di ricordare ciò che le era accaduto e non aveva potuto fornire elementi utili per le indagini. Potrebbe essere risentita nei prossimi giorni, se le sue condizioni di salute lo consentiranno.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Soccorsi ai feriti in Metropolitana fermata cadorna a seguito di una brusca frenata del convoglio

Volo di 14 metri in un cantiere navale. Muore operaio a Pisa

L'uomo, 39 anni, faceva il saldatore per una ditta d'appalto. E' caduto da uno yacht sul quale stava lavorando

Milano, incidente stradale in Viale Renato Serra

Firenze, donna incinta al quinto mese muore dopo operazione

Non è stato possibile salvare neanche il feto

Piazza Vittorio, Carabinieri sul luogo dove una donna è stata violentata nella notte

Livorno, uccide l'ex moglie nello studio dentistico e poi si suicida

L'uomo era già stato agli arresti domiciliari per stalking

Olympics Drugs Test

Lucca, doping a giovani ciclisti: 6 arresti e altri 17 indagati

Nel mirino una delle maggiori squadre del ciclismo dilettantistico. Atleti incoraggiati al doping. La tragica storia di Linas Rumsas