Mercoledì 27 Dicembre 2017 - 16:00

Firenze, va con prostituta ma scopre che è trans: chiama polizia per risarcimento

Si è presentato nell'appartamento all'ora fissata, ha pagato la cifra pattuita, poi la scoperta

Pensava che la prostituta con la quale aveva fissato un appuntamento fosse una donna, ma quando si è accorto che era un trans ha chiamato la polizia per riavere il denaro che aveva pagato. È accaduto ieri pomeriggio a Firenze.

Il protagonista della vicenda, un giovane di origine africana, ha raccontato agli agenti di essersi presentato nell'appartamento all'ora fissata, di aver pagato la cifra pattuita, circa 40 euro, e di aver scoperto solo quando si sono appartati di avere a che fare con un transessuale.

Così il giovane ha chiesto di essere rimborsato ma è stato messo alla porta grazie all'arrivo di un altro uomo arrivato in aiuto del trans. A quel punto il cliente ha contattato la polizia dicendo di essere stato truffato, ma all'arrivo dei poliziotti l'abitazione era vuota.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Mamma uccide figli a Suzzara in provincia di Mantova

Sparano nella notte e si fanno il video. Virali ma denunciati

E' successo nel Mugello (Toscana). Il video è stato molto condiviso, ma i giovani si sono trovati i carabinieri in casa

Milano, la farmacia di via Pontaccio 22

Massa, incinta si licenzia per posto in Comune ma l'assunzione salta

La donna aveva vinto il concorso per la farmacia comunale. Il posto è saltato per la mancata approvazione del bilancio. La crisi politica

Milano, blitz antagonisti all'Ispettorato del lavoro: vetrate infrante

Firenze, investe e uccide passante: arrestato pirata della strada positivo alla cocaina

Il conducente dell'auto, di origini marocchine, era scappato ma è stato rintracciato. Prima aveva provocato un altro incidente era fuggito ancora

Bergamo, donna trovata morta in una fossa fuori casa

Firenze, strangola la moglie e tenta il suicidio

Rosario Giangrasso, Il 2 luglio scorso, era salito su un'impalcatura del Duomo di Firenze per protestare e richiamare l'attenzione sulla sua condizione economica