Sabato 11 Novembre 2017 - 18:45

Fisco, Ruffini: "Possibile abolizione dichiarazione redditi fra 5 anni"

Le previsioni del direttore dell'Agenzia delle Entrate

Mario Monti visita l'Agenzia delle Entrate

"Direi 5 anni. Trattandosi di un'operazione complessa ritengo che l'orizzonte possibile per l'entrata a regime sia questo". Lo dichiara il direttore dell'Agenzia delle Entrate, Ernesto Ruffini, in un'intervista a Repubblica in merito a una possibile abolizione della dichiarazione dei redditi. "Oggi c'è la dichiarazione precompilata - spiega Ruffini - Ma mi piace pensare che sia soltanto un passaggio intermedio fra come eravamo e come saremo. Lunedì ho convocato da Sogei tutti gli intermediari, commercialisti, consulenti del lavoro e gli altri professionisti perché bisogna partire col piede giusto nel tempo giusto per arrivare agli appuntamenti con proposte il più possibile condivise. Il Fisco deve ascoltare, confrontarsi. E cambiare".

Per Ruffini "un Fisco efficiente è un motore di crescita per il Paese. È chiaro - sottolinea - che per questo è necessario un cambiamento culturale e di prospettiva, anche qui dentro". Il direttore dell'Agenzia delle Entrate dichiara: "Il termine 'Fisco amico' non mi piace. Gli amici si scelgono. Il Fisco può essere al massimo un parente, visto che i parenti non si scelgono. Ma a patto che non sia indigesto né invadente. Il recupero dell'evasione è uno degli ambiti operativi dell'Agenzia, ma non l'unico. Centinaia di miliardi entrano spontaneamente: poi, certo, ce n'è anche una parte che entra grazie ai recuperi. Dobbiamo cambiare visione: l'interlocutore di Agenzia non dovrà essere un codice fiscale, ma il cittadino. Con la C maiuscola". 

 

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Ferrero compra dolci Usa di Nestlé, affare da 2,4 mld euro

Con l'acquisizione, Ferrero diventa la terza più grande azienda dolciaria negli Stati Uniti

Ryanair baggage rules

Ryanair, cambiano le regole: trolley in stiva, altrimenti si paga

La low cost irlandese modifica le condizioni del bagaglio a mano. Quello grande resta gratuito ma non si può portare in cabina, a meno che non si acquisti l'imbarco prioritario

Roma, convegno 'Le reti di imprese: profili di diritto nazionale ed europeo'

Oggi alle 9.30 in Sala Vanvitelli, presso l'Avvocatura generale dello Stato

Lo scalo Ryanair dell'aeroporto di Orio al Serio

Ryanair, sciopero il 10 febbraio. Sindacati: "Serve confronto serio"

Sul tavolo il contratto collettivo di lavoro e le tutele sociali di tutto il personale