Mercoledì 17 Maggio 2017 - 10:00

Fognini dopo l'impresa: Finalmente Roma ha visto il vero Fabio

Felice dopo il successo ottenuto contro il numero uno del mondo Andy Murray

Fognini dopo l'impresa: Finalmente a Roma ha visto il vero Fabio

"Sono contento perché finalmente sono riuscito a far conoscere a questo pubblico fantastico il vero Fognini". Fabio Fognini esprime tutta la sua felicità in sala stampa dopo il successo ottenuto contro il numero uno del mondo Andy Murray nel secondo turno degli Internazionali d'Italia. "Questa è una vittoria con dedica speciale - ha aggiunto in riferimento alla moglie Flavia Pennetta che a giorni lo renderà padre - E speriamo che mi lasci giocare tranquillo...Ora però mi voglio godere questa vittoria che dedico a loro. Sento che sto facendo le cose giuste, in allenamento con Franco Davin e in partita. Sono sulla strada giusta".

Il tennista ligure contro lo scozzese ha sempre disputato buone partite. "Sapevo che potevo fargli male. Alle Olimpiadi avevo giocato un buon match: 3-1 al terzo e palla del 4-1 ma avevo finito per perdere - ha ricordato - Stavolta sono stato continuo e concreto per tutta la partita. Anche sul 5-4 0-30, dopo che ero stato avanti 5-1, sono riuscito a rimanere calmo: del resto non sei numero uno del mondo per caso. E non è mai facile batterlo anche se non sta attraversando un gran momento". Fognini ha inserito la vittoria contro Murray "nella top-3 insieme all'altro successo sempre contro Murray in Davis a Napoli e la vittoria contro Nadal nel terzo turno degli Us Open, Quella credo proprio che non la dimenticherò mai. E probabilmente neanche Rafa".

 Il tennista di Arma di Taggia si è così riconciliato con il pubblico di Roma dopo i fischi del 2014 in seguito alla sconfitta con Rosol. "Qui non avevo mai trovato il feeling giusto. Nella mia carriera per i motivi che ben sapete non ho ottenuto i risultati che avrei potuto raggiungere. So quali sono i miei limiti ma cerco di migliorarmi un po' ogni giorno - ha spiegato Fognini - Conosco il mio limite dal punto di vista mentale ma la 'capoccia' col tempo migliora e poi adesso che diventerò padre non giocherò più solo per me stesso ma anche per qualcuno di davvero speciale".
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Nadal vince Us Open per terza volta: Anderson ko in finale

Nadal vince Us Open per terza volta: Anderson ko in finale

Vittoria facile dello spagnolo in tre set 6-3, 6-3, 6-4

US Open di Tennis a New York

Us Open, addio sfida Federer-Nadal: svizzero battuto da Del Potro

Ai quarti del torneo l'argentino ha mandato a casa il campione negando ai tifosi una sfida tra titani

Us Open, passano ai quarti Federer, Del Potro e a sorpresa Rublev

Us Open, passano ai quarti Federer, Del Potro e a sorpresa Rublev

Nel torneo femminile superano il turno Keys, Vandeweghe e Kanepi

Nadal: "Fognini? Hanno aspettato troppo a sospenderlo"

Nadal: "Fognini? Hanno aspettato troppo a sospenderlo"

Il ligure è stato sanzionato per gli insulti sessisti indirizzati all'arbitro svedese Louise Engzell