Martedì 21 Novembre 2017 - 13:00

Follia nel traffico a Torino, spara a un automobilista: arrestato

L'episodio è successo sabato scorso, l'aggressore individuato dopo la denuncia

Parma, l'Ospedale Maggiore dove è morto Toto Riina

Sabato scorso, alle 12.30 circa, un automobilista ha denunciato che mentre si trovava a San Gillio, nel torinese, e stava percorrendo a bordo della sua macchina la provinciale 8, un altro automobilista, con cui aveva avuto un diverbio poco prima a causa di un sorpasso a suo dire avventato, gli aveva esploso dei colpi di pistola infrangendo il vetro posteriore destro.

Le ricerche avviate dal Nucleo operativo e radiomobile e stazioni dipendenti, grazie anche all'ausilio di militari del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Venaria Reale (TO), hanno consentito di individuare il sospettato in via Sandro Pertini a Givoletto (TO), a bordo di una Peugeot. L'uomo è stato identificato e arrestato, si tratta di Maurizio Lombiatti, 53 anni, residente a Givoletto, ex guardia giurata. I militari hanno trovato, nascosta all'interno del bagagliaio, una pistola ad aria compressa e un coltello a serramanico

In seguito a una perquisizione domiciliare i carabinieri hanno trovato armi clandestine, prive di sigillo di controllo del Banco armi nazionale: 8 fucili ad aria compressa; 14 pistole ad aria compresa di cui quattro modificate; 500 grammi circa di polvere da sparo con una miccia; numerose munizioni di vario calibro; materiale vario per il confezionamento di cartucce. L'uomo, arrestato per detenzione di armi clandestine, porto di armi e oggetti atti ad offendere, fabbricazioni di esplosivi non riconosciuti e danneggiamento aggravato, è stato portato al 'Lorusso e Cutugno' di Torino.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Prima nevicata a Milano

Neve e ghiaccio su strade e ferrovie. Blocchi in Piemonte e Liguria. Rischi alluvione in Toscana

Situazione complicata per i trasporti nel Nord Ovest. Chiuse autostrade e linee ferroviarie. La spiegazione della parola "gelicidio"

The logo of Thyssen Krupp AG is pictured at the gate one of the ThyssenKrupp steel plant in Duisburg

Thyssen, sette vittime, dieci anni, cinque processi e sei condanne

I numeri di una vicenda atroce. In primo grado l'omicidio con dolo eventuale. Poi diventato colposo con riduzione delle pene: quattro dirigenti italiani in carcere, ma i due tedeschi...

Dopo Vercelli, chieste le telecamere negli asili. Cosa ne pensate?

Alcune famiglie dei bimbi che hanno subito le violenze delle maestre, vogliono che la scuola sia in grado di controllare quello che accade nelle classi. Un sondaggio di LaPresse

Violentata ripetutamente da amico di famiglia: incinta a 11 anni

Arrestato a Barriera di Milano, in provincia di Torino, un uomo di 35 anni che la bambina chiamava zio