Giovedì, Marzo 2, 2017 - 11:00

Francia, ecco perché vincerà Le Pen

Marine Le Pen visita Mont Saint-Michel

Il motivo per cui vincerà Le Pen in Francia è questo: le elezioni si sono già trasformate in un referendum su di lei. E' quello che era già avvenuto con Trump, è quello che era avvenuto con la Brexit ed è quello che avvenne ai nostri tempi con Berlusconi. E anche col referendum costituzionale. Ogni volta che si imposta il voto su una narrativa basata sulla chiamata alle armi per evitare il cataclisma, l'uomo nero, la fine del mondo, la gente si indispettisce e dice "voglio proprio vedere". Poi siccome il mondo non finisce, esperti e analisti ammettono di essersi sbagliati con somma sorpresa, fanno posto al nuovo arrivato nelle proprie analisi e gli riconoscono grandi qualità, confondendo verità con consenso. Il problema è che questa volta finirà con una grande guerra.

Pubblicato da 
Venerdì, Giugno 2, 2017 - 11:45

2 giugno, meglio un omaggio al limite ignoto che al milite

Non posso farci niente, per me la festa della Repubblica è la vittoria della repubblica sulla monarchia, non la festa delle forze armate, che semmai potrebbe rappresentare il suo contrario. Bene ricordare che l'esercito è di grande aiuto nelle aree terremotate, ma non è la sua primaria funzione e lo sappiamo tutti benissimo.

Per fortuna non abbiamo più il passo dell'oca, ma la sensazione che mi provocano le parate militari è sempre la stessa, ed è quella descritta da Orwell:

Pubblicato da 
Mercoledì, Novembre 9, 2016 - 10:15

Dobbiamo imparare dal caso Trump? No, erano lezioni già note

Faccio fatica a comprendere il pressoché unanime sentimento di sorpresa che ha suscitato la vittoria di Trump. Trump è un incredibile déjà vu di Berlusconi. Ricordo distintamente quando nel 1994 annunciò la decisione di scendere in politica. Nessuno prendeva seriamente in considerazione l'idea che potesse diventare capo del Governo.

Pubblicato da 
Venerdì, Ottobre 14, 2016 - 23:00

Migranti, accordo Viminale-Anci: un soprammobile su una mensola storta

Raggiunta l'intesa tra il ministero dell'Interno e l'Anci per una gestione un po' più ordinata dell'accoglienza. Il Viminale si impegna a non posizionare ulteriori strutture di emergenza nei Comuni che già fanno la propria parte e l'Associazione dei sindaci si impegna ad allargare il numero delle città che aderiscono al sistema Sprar (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati). Obiettivo: pianificare l'accoglienza e garantire una gestione meno caotica.

Pubblicato da 
Venerdì, Ottobre 14, 2016 - 18:45

Migranti, accordo Anci-Viminale per una gestione più ordinata

 Accordo fatto tra il ministero dell'Interno e l'Anci per programmare l'accoglienza dei migranti su tutto il territorio nazionale: il Viminale si impegna a non posizionare ulteriori strutture di emergenza nei Comuni che già fanno la propria parte e l'Associazione dei sindaci si impegna ad allargare il numero delle città che aderiscono al sistema Sprar (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati). Obiettivo: pianificare l'accoglienza e garantire una gestione più ordinata.

Pubblicato da 
Martedì, Settembre 6, 2016 - 12:00

Terrorismo, serve più laicismo e meno cristianesimo

Stamane ho incrociato sulla metropolitana un religioso islamico. Barba lunga, copricapo islamico, la taqiyah (che peraltro non appare molto diversa dalla kippah ebraica o dalla mitra del Papa). Ho avuto un attimo di esitazione a salire, poi mi sono imposto disciplina, per non arrendermi alla paura, e mi sono messo proprio accanto a lui (ammetto, anche con il retropensiero da giornalista che se fosse accaduto qualcosa sarei stato in prima fila).

Pubblicato da