Lunedì 11 Settembre 2017 - 19:30

Francia-Italia, incontro positivo a Roma su Fincantieri-Stx

Vertice tra Padoan, Calenda e Le Maire. Tutti concordi sul giudizio e sulla possibilità di un accordo a novembre nel summit Macron-Gentiloni

Cantieri navali STX France dove vengono prodotte le grosse navi da crociera

Incontro positivo tra Italia e Francia sul futuro di Stx, il cantiere normanno di Saint Nazaire di proprietà di Fincantieri sul quale, nei mesi scorsi, si è aperta una battaglia dopo che il governo di Parigi aveva annunciato la volontà di una nazionalizzazione sia pure temporanea. Il meeting, che si è svolto al ministero dell'Economia e Finanza in via XX Settembre a Roma, ha visto di fronte Bruno Le Maire, responsabile del dicastero dell'economia di Parigi e i colleghi italiani Carlo Calenda e Pier Carlo Padoan ed è stato giudicato molto utile per fare passi avanti verso la costruzione di una soluzione di reciproco interesse per sviluppare la collaborazione italo-francese nel campo della cantieristica navale. Lo fanno sapere fonti del minister (Mef). L'obiettivo condiviso, spiegano ancora, è di predisporre un'ipotesi di intesa che i presidenti Macron e Gentiloni possano discutere nel vertice bilaterale in programma il prossimo 27 settembre a Lione.

Tutti e tre i protagonisti si sono espressi via Tweet subito dopo l'incontro. Bruno Le Maire, addirittura in italiano: "Riunione costruttiva a Roma sul dossier Stx. Il nostro obiettivo comune: un accordo tra la Francia e l'Italia per il vertice del 27 settembre a Lione".

"Incontro utile con il ministro Le Maire sul dossier Stx/Fincantieri. Continuiamo a lavorare in vista del vertice del 27/09" ha twittato il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda

Ed ecco Padoan: "Insieme a Carlo Calenda incontro costruttivo con Bruno Le Maire passi avanti per un'intesa italo-francese in vista del vertice del 27/9". Insomma, tutti concordi e tutti al lavoro per far sì che a novembre, Macron e Gentiloni si trovino sul tavolo una soluzione concordata e positiva che permetta loro una bella figura e, soprattutto, apria davvero una collaborazione positiva tra Italia e Francia su un terreno difficile (sul quale le competenze nei due paesi non macano), ricco di opportunità ma anche di durissimi concorrenti.

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Antitrust, al via al 13mo convegno a Treviso

L'Antitrust: "No a blocco di Fb e Google, ma lotta alle pratiche scorrette"

Il presidente Pitruzzella illustra gli obiettivi dell'Autorità e le nuove battaglie da combattere

Ikea expansion plans

Ikea ritira dal mercato la bicicletta Sladda: è pericolosa

Numerosi gli incidenti causati dalla rottura della cinghia di trasmissione

trattore

Allarme Eurispes: "Lavoro sommerso genera 300 miliardi l'anno, aumentano gli squilibri"

La fotografia di un Paese povero, fragile e dominato dalle disuguaglianze economiche

Federchimica assemblea 2017

Confindustria: "Preoccupati, non è chiaro dove siano risorse per promesse elettorali"

E sull'Europa: "Serve sostegno agli investimenti. No a battaglie inutili su decimali di flessibilità"