Venerdì 25 Maggio 2018 - 09:45

Gaetano Scirea: avrebbe 65 anni il 'gentleman' del calcio italiano

Morì in un incidente in Polonia nel 1989. Dai sette Scudetti con la Juve alla Coppa del Mondo: gli straordinari traguardi di uno dei difensori più forti di sempre

Gaetano Scirea

Aveva un modo diverso di intedere il calcio. Quando Gateano Scirea scendeva in campo portava con sé non solo il talento, ma anche un'eleganza in grado di ammaliare compagni di squadra e avversari. Un modello di lealtà e correttezza: ai protagonisti del calcio moderno avrebbe avuto tanto da insegnare. Nel giorno del suo 65esimo compleanno avrebbe colto l'occasione per ricordare a tutti come si può essere dei galantuomini anche quando si indossano gli scarpini. Avrebbe potuto farlo, se solo quel tragico incidente automobilisitco a Babsk, in Polonia, il 3 settembre 1989 non gli fosse costato la vita.

Il suo ricordo, però, è impresso nella mente di tutti gli amanti dello sport. Come accade il 25 maggio di ogni anno, in tanti oggi alzano gli occhi verso il cielo e gli augurano di passare un buon compleanno proprio lì, nel firmamento delle stelle più brillanti del calcio italiano. C'è chi in casa ha ancora il poster che lo ritrae trionfante con la maglia della Nazionale ai Mondiali del 1982. Immortalata nelle foto di quel magico anno c'è la grazia di uno degli ultimi interpreti di un ruolo ormai scomparso: quello del libero.

 

Alla Juventus trascorse quattordici anni della sua straordinaria carriera. Con la casacca bianconera vinse ben 15 titoli: 7 Scudetti, 2 Coppe Italia, la Coppa Uefa, la Coppe delle Coppe, la Uefa Supercoppa, la Coppa dei Campioni, la Coppa dei Campioni d'Europa e la Coppa Intercontinentale. Quando nel 1988 si ritrò dal calcio giocato Scirea non riuscì a dire addio a Torino e alla squadra che aveva contribuito a renderlo uno dei difensori italiani più grandi di sempre. Decise quindi di intraprendere la carriera di allenatore e di fare gavetta proprio sulla panchina del club, dove ricoprì il ruolo di vice dell'allora tecnico Dino Zoff

La Juventus gli è ancora riconoscente. Lo ricorda con il meritato appellativo di 'leggenda' e sull'account Twitter ufficiale pubblica un video che ripercorre le sue incredibili gesta. "Sarai sempre nei nostri cuori, Gaetano", scrive la società bianconera in un tweet.

 

Su Instagram arriva anche l'omaggio degli Azzurri, che dagli almanacchi della Nazionale hanno rispolverato la foto di uno Scirea alle prese con l'avanzata di Diego Armando Maradona. 

 

 

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Giro d’Italia U23: a Rubio la quinta tappa. Williams indossa la maglia rosa

Il colombiano chiude davanti al nuovo leader della generale e al kazako Natarov. Lontani gli italiani: Caiati, il migliore, è sedicesimo. Mercoledì la sesta giornata su LaPresse dalle 17:00

ENG, UEFA CL, Manchester City vs FC Liverpool

Da Guardiola 150mila euro per riparare la nave di Proactiva Open Arms

Un gesto importante per sostenere la ong catalana che si occupa di primo soccorso e salvataggi in mare

Calcio a 5, finali scudetto: l'Acqua&Sapone è campione d'Italia

Per gli abruzzesi è il primo tricolore. Battuta, dopo cinque partite e una serie intensissima, la Luparense detentrice del titolo. Sesto scudetto per Edgar Bertoni, che raggiunge Humberto Honorio, capitano dei veneti

Astori, secondo la nuova perizia il giocatore non è morto nel sonno, è stata 'tachiaritmia'

Forse il capitano della Fiorentina si sarebbe salvato se avesse condiviso la camera con qualcuno che poteva dare l'allarme