Sabato 08 Aprile 2017 - 15:00

Gardaland, blackout ad alta quota: turisti messi in salvo

Una famiglia israeliana era rimasta bloccata sull'attrazione 'Sequoia adventure'

Montagne russe

Milano, 8 apr. (LaPresse) - I vigili del fuoco sono intervenuti nel primo pomeriggio di oggi nel parco divertimenti di Gardaland, a Castelnuovo del Garda, in provincia di Verona, per mettere in salvo una famiglia israeliana bloccata sull'attrazione 'Sequoia adventure', una sorta di montagne russe. Il vagoncino, nel giorno dell'apertura ufficiale della stagione, ad un'altezza di circa 27 metri si sarebbe fermato per un blackout che avrebbe colpito tutto il parco divertimenti. L'intervento dei pompieri è durato circa mezz'ora per mettere in salvo i quattro turisti, che non hanno riportato, per fortuna, conseguenze.
 

 - La famiglia di turisti recuperata su una delle attrazioni più gettonate di Gardaland è composta da padre, madre e due figli adolescenti, maschio e femmina. Secondo quanto si apprende, intervenuti i tecnici del parco divertimenti che, dotati di imbragatura e addestrati per i soccorsi, sono saliti ad alta quota. I quattro sono stati portati a terra con una scala d'emergenza. Intanto, sul sito ufficiale di Gardaland, si legge che "a causa di improvvisi problemi tecnici, 'Shaman' sarà disponibile senza la realtà virtuale". La montagna russa sarà comunque funzionante. Non appena la realtà virtuale sarà disponibile, vi informeremo attraverso i consueti canali di comunicazione: www.gardaland.it e la nostra pagina Facebook". La disavventura di oggi ha riguardato diversi turisti, rimasti anche a testa in giù, ma per loro solo tanta paura.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Vicenza, tir su auto in coda. Tre morti carbonizzati

E' successo sulla A31 nei pressi del casello Albettone Barbarano in direzione Vicenza. Tre auto hanno preso fuoco

Bassano, addio a Giuseppe Nardini, 91enne, "re della grappa"

E' morto il leader della famiglia che produce (dal 1779) una delle più note grappe italiane

"Caro razzista, caro fascista...". Laeticia per il trionfo dell'umanità

Una scritta orribilmente razzista nei bagni di Ca' Foscari a Venezia. Una ragazza di colore raccoglie la provocazione e risponde con una lettera bellissima