Giovedì 20 Aprile 2017 - 16:15

Tap, Tar respinge ricorso Regione Puglia contro espianto ulivi

Si mirava a ottenere la sospensione dei lavori da parte della società nella zona del cantiere in Salento

Gasdotto Tap, respinto il ricorso della Regione Puglia contro l'espianto degli ulivi

Il Tar del Lazio ha respinto il ricorso, numero di registro generale 3065 del 2017, proposto dalla Regione Puglia che mirava a ottenere la sospensione dell'espianto degli ulivi da parte della società Tap nella zona del cantiere per il gasdotto.  La decisione è stata presa nella camera di consiglio di ieri, 19 aprile: "Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Terza), definitivamente pronunciandosi sul ricorso, lo respinge" si legge nel testo della sentenza. 

A stoppare i lavori era stato, nei giorni scorsi, appunto  il Tar del Lazio che aveva sospeso l'autorizzazione dopo il ricorso della Regione. Subito era arrivata il commento del ministro all'Ambiente Galletti: "Rispetto la sentenza del Tar, che non mette assolutamente in discussione la procedura del mio ministero. Ai manifestanti voglio dire che qui stiamo parlando di un'opera ambientalmente corretta. Il gas ci rende più indipendenti da petrolio e carbone. Non vedo le ragioni di questa protesta" aveva sottolineato il ministro.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Genova, uomo ucciso a coltellate dalla convivente

Genova, uomo ucciso a coltellate dalla convivente

La donna, di nazionalità brasiliana, è stata portata in questura

M5S, Casaleggio sicuro: Il nostro sostegno a Raggi continua

M5S, Casaleggio sicuro: Il nostro sostegno a Raggi continua

Il presidente della Casaleggio Associati ha incontrato i parlamentari per discutere di Roma e del programma di governo

Allarme caldo e siccità, il governo dichiara lo stato di emergenza a Parma e Piacenza

Allarme caldo e siccità, il governo dichiara lo stato di emergenza a Parma e Piacenza

A Roma la sindaca Raggi firma un'ordinanza per regolamentare l'uso dell'acqua potabile, proveniente dalla rete idrica comunale

Teramo, trovato morto suicida presunto killer della dottoressa uccisa davanti ospedale

Teramo, si suicida il presunto killer della dottoressa uccisa

La donna, medico di 53 anni, è stata accoltellata davanti all'ospedale. Aveva denunciato due volte il suo stalker