Domenica 19 Marzo 2017 - 13:30

Germania a Usa: Berlino non ha debiti su difesa

Così il governo tedesco rimanda al mittente le accuse di Trump

Merkel e Trump

Berlino (Germania), 19 mar. (LaPresse/Reuters) - La ministra della Difesa tedesca, Ursula von der Leyen, ha respinto l'affermazione del presidente americano Donald Trump secondo cui la Germania dovrebbe alla Nato e agli Stati Uniti "cospicue somme" di denaro per la difesa. "Non c'è nessun debito alla Nato", ha dichiarato von der Leyen, aggiungendo in riferimento all'obiettivo di spesa del 2% del Pil: "La spesa per la difesa va anche in missioni di peacekeeping Onu, nelle nostre missioni europee, nel nostro contributo alla lotta contro il terrorismo dello Stato islamico".

Tutti, ha sottolineato la ministra tedesca, vogliono che il peso sia condiviso equamente e perché ciò accada è necessario avere un "concetto moderno di sicurezza" che includa una Nato moderna, ma anche un'unione di difesa europea e investimenti alle Nazioni unite. Ieri Trump ha scritto su Twitter, il giorno dopo aver incontrato la cancelliera tedesca Angela Merkel a Washington, che la Germania "deve cospicue somme di denaro alla Nato e agli Usa", a cui "deve essere pagato di più per la difesa potente, e molto costosa, che forniscono" al Paese.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Terrorismo, Isis minaccia cristiani con foto Papa decapitato

Un messaggio di minaccia contro "i fedeli della croce"

Attentato Barcellona, gli oggetti in memoria delle vittime saranno trasferiti al Museo di Storia

Attentati Catalogna, la mente era un informatore dei servizi segreti

La rivelazione del quotidiano El Pais, confermata da Madrid. Si tratta dell'Imam di Ripoll: Abdelbaki Es-Satty

A protestor holds the Catalan flag as he awaits the arrival of sacked Catalan President Carles Puigdemont at court in Brussels

Catalogna, rinviata decisione su estradizione Puigdemont, udienza il 4/12

I mandati europei sono stati spiccati per sedizione, ribellione, malversazione, disobbedienza e prevaricazione

Golpe in Zimbabwe: il presidente Mugabe nelle mani dell'esercito

Zimbabwe, Mugabe torna in pubblico. Continuano le pressioni per farlo dimettere

Il presidente ha partecipato a una cerimonia di laurea ad Harare, dopo le notizie secondo cui i militari avrebbero preso il potere