Domenica 06 Maggio 2018 - 17:00

Giro d'Italia, Viviani concede il bis. Sprint imperiale a Eilat. E si torna in Italia

Il velocista della Quick Step si ripete. Battuti Modolo e Bennett. Rohan Dennis conserva la maglia rosa davanti a Tom Damoulin

Giro d'Italia 2018, la terza tappa Be'er Sheva-Eilat

Ancora Elia Viviani nella terza tappa del Giro d'Italia che ha portato i corridori da Beer Sheva a Eilat per 229 km in una giornata torrida attraverso l'incredibile paesaggio del deserto del Negev. Il campione olimpico della Quick Step Floors trionfa (come ieri) in un'altra volatona e rafforza la sua maglia ciclamino. Testa a testa finale con l'irlandese Sam Bennet della Bora e, ancora una volta, sprint imperiale di Viviani nonostante l'avversario abbia cercato di chiuderlo alle transenne. Secondo posto per Sacha Modolo della Cannondale, terzo, appunto, Bennett. Quarto Jakub Mareczko della Wilier. Settimo Manuel Belletti della Androni. Domani il Giro osserverà il suo primo giorno di riposo durante il quale si svolgerà il trasferimento in Sicilia dell'intera carovana. Si riprenderà martedì con la quarta tappa da Catania a Caltagirone di 198.0 km.

Rohan Dennis (BMC) conserva la maglia rosa. L'australiano precede nella classifica generale precede l'olandese Tom Dumoulin di 1" e il belga Victor Campenaerts di 3".

Elia Viviani -  "Non voglio fare polemiche, ma fossi arrivato secondo ci sarebbe stata una deviazione clamorosa, con un contatto con Bennett. Lui è partito a sinistra, io l'ho affiancato a destra. La squadra ha fatto un lavoro magnifico". Così Elia Viviani ha commentato ai microfoni di RaiSport la vittoria. "C'era un vento forte e bisognava fare una volata corta. Ho pensato che Benentt fosse l'uomo giusto da seguire, sono felice ed orgoglioso della mia squadra. Oggi era davvero difficile. Sono stati magnifici", ha aggiunto l'azzurro. "Il nostro segreto è che ci sono tanti campioni che si mettono a disposizione della squadra. Anche oggi tutto ha funzionato al meglio, è andata bene e siamo felici", ha concluso Viviani.

Rohan Dennis - "La squadra ha fatto un grande lavoro, mi hanno tenuto davanti ed è stato stressante con il vento che ha avuto un impatto. Poi nel finale hanno preso in mano la corsa le squadre dei velocisti". Così Rohan Dennis, maglia rosa del Giro d'Italia, intervenuto ai microfoni di RaiSport dopo la terza tappa. "Sono felice, è la prima volta che porto la maglia per più di un giorno e ora sarà ancora più stressante",

L'ordine di arrivo della terza tappa del Giro d'Italia, la Beer Sheva-Eilat di 229.0 km. 1. Elia Viviani (ITA/QST) 5h02:09; 2. Sacha Modolo (ITA/EFD) s.t.; 3. Sam Bennett (IRL/BOR) s.t.; 4. Jakub Mareczko (ITA/WIE) s.t.; 5. Danny Van Poppel (NED/LNL) s.t.; 6. Jens Debusschere (BEL/LOT) s.t.; 7. Manuel Belletti (ITA/AND) s.t.; 8. Baptiste Planckaert (BEL/KAT) s.t.; 9. Mads Pedersen (DEN/TRE) s.t.; 10. Jose Goncalves (POR/KAT) s.t.

 

 

 

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Giro d'Italia 2016 - 99a edizione -  Tappa 13 - Palmanova a Cividale nel Friuli - 170 km

Giro d'Italia: Nieve vince per distacco la tappa di Cervinia. Froome conserva la maglia rosa

Lo spagnolo trionfa nel giorno del 34esimo compleanno: "La dedico a mio figlio di 5 mesi". Domenica si chiude la gara per le strade di Roma

Giro d'Italia 2018, tappa 19 da Venaria a Bardonecchia

Giro, nel tappone trionfa Froome, sua la maglia. Crolla Yates

A Bardonecchia, grande impresa dell'inglese. Regge solo Damoulin ora secondo a 40". Terzo Pinot. Crolla Pozzovivo

Giro d'Italia 2018, tappa 19 da Venaria a Bardonecchia

Giro d'Italia: Fabio Aru si ritira durante la 19esima tappa

Il ciclista sardo si ferma dopo 41 chilometri della Venaria Reale-Bardonecchia

Giro d'Italia 2018, tappa 18: Abbiategrasso - Prato Nevoso

Giro d'Italia: 18esima tappa a Schachmann, Yates resta in rosa

Il tedesco: "Ero fiducioso di poter vincere contro i miei ultimi avversari"