Lunedì 16 Gennaio 2017 - 11:30

Gotor: L'autocritica di Renzi sembra quella di Fonzie

L'attacco dell'esponente della minoranza PD

Gotor: L'autocritica di Renzi sembra quella di Fonzie

"L'autocritica di Renzi sembra quella di Fonzie: 'Ammetto i vostri errori, chiedete scusa'. Abbiamo vissuto tre anni in una bolla comunicativa fatta di slogan e tweet. Ora ne vuole costruire una nuova con l'idea del 'ritorno', ma ha troppa fretta. Lo insegna l'epica greca con Ulisse: la nostalgia è un sentimento che richiede tempo e senso della storia". Lo dice Miguel Gotor della minoranza Pd in una intervista a La Stampa. "C'è un'incrinatura profonda - aggiunge - che riguarda il Pd, dalle amministrative in poi. Il voto del 4 dicembre è stato contro il governo, contro il renzismo e contro il Pd partito dell'establishment. Ciò va oltre le responsabilità di Renzi, governare in questa fase è molto difficile. Ma se il Pd è diventato il partito di quelli che stanno bene e basta, ci sarà anche una sua responsabilità?".

"Il problema - sottolinea - è la linea politica: è sbagliato provocare una rottura a sinistra per cercare voti a destra". "Il Pd - prosegue - nasce come partito di centrosinistra alternativo alla destra. Noi invece abbiamo inciuciato con Verdini e governato con Alfano. Dire che Verdini è servito solo per fare le unioni civili è una balla cui non crede nessuno".
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

ITALY-ACCIDENT-BRIDGE-COLLAPSE

Genova, l'Independent attacca il governo: "Stolte accuse all'Ue"

Editoriale durissimo: "La gang di populisti ha cercato di sfruttare il tragico crollo del ponte a fini politici". La commissione: "Sicurezza spetta a concessionario"

Bari, iniziativa Coldiretti per salvare il grano italiano

Motovedetta italiana salva 170 migranti. Salvini attacca: "Non avvertiti"

Il barcone era nelle acque Sar maltesi ed è stato riaccompagnato dalle motovedette di La Valletta verso quelle italiane. Il ministero degli Interni: "Li riportino a Malta"

Crollo ponte Genova, il giorno dopo

Genova, Burlando: "Alla città servono nuove opere, non si torni indietro"

L'analisi dell'ex ministro dei Trasporti nel governo Prodi e presidente della Regione Liguria dal 2005 al 2015

Crollo ponte Genova, il giorno dopo

Genova, revoca della concessione ad Autostrade. Salvini: "Prima i soldi, poi parliamo". Di Maio: "No, acceleriamo"

Scontro tra i due vicepremier, anche se la Lega assicura: "Piena sintonia". I mercati puniscono Atlantia