Lunedì 12 Febbraio 2018 - 12:00

San Valentino nerd, i migliori giochi da tavolo per due giocatori

Titoli per tutti i gusti, per una serata di coppia alternativa al tavolo da gioco

THEMENBILD, auf der Fuerthermoar Alm

Non solo giochi per le feste o le serate con tanti amici. Sempre di più le case editrici stanno dando ampio spazio ai giochi da tavolo indirizzati soltanto a due persone e le tipologie sono moltissime: dai titoli pensati per gli esperti, che richiedono tanta concentrazione, capacità di prevedere le mosse dell'avversario e diverse ore al tavolo da gioco, fino a quelli più semplici, che durano una mezzoretta e sono perfettamente godibili anche da chi ancora conosce soltanto Risiko e Monopoly. 

Ecco 5 dei più bei titoli per due

 

5. TARGI, edito in Italia da Giochi Uniti
di Andrea Steiger

Finalista allo Spiel des Jahres 2012, Targi è un gioco di media difficoltà, le cui atmosfere sono ispirate alle tribù Tuareg. In circa 60 minuti di tempo, i giocatori posizionano le proprie pedine su un tabellone ogni volta diverso, perché formato da 25 carte, pescate casualmente. In base alle posizioni scelte, durante il turno si eseguono azioni o si ricevono merci con lo scopo di accumulare il maggior numero di punti. Non si tratta di un gioco complesso, il regolamento è breve e semplice, ma non è neanche un titolo introduttivo quindi è consigliabile giocarlo dopo aver già provato qualcosa di più intuitivo (da questa lista, l'ideale è Patchwork). Facile ma stimolante, Targi è una perfetta alternativa a titoli più complessi e pensati per più giocatori come Istanbul e Five Tribes.

4. POCHI ACRI DI NEVE, edito in Italia da Asmodee Italia
di Martin Wallace

"Sono solo pochi acri di neve", queste parole, usate da Voltaire per liquidare la sconfitta francese in Canada a beneficio dell'Inghilterra, sono state d'ispirazione a Martin Wallace per il titolo e tutta la struttura di questo gioco. Il principale fascino di Pochi acri di neve è certamente l'ambientazione: su un tabellone che riproduce la cartina del Nord America con le principali città protagoniste della guerra colonialista del XVIII secolo, i giocatori sono chiamati a 'interpretare' uno i francesi e l'altro e l'altro i britannici. Il titolo si inserisce nella categoria dei cosiddetti "deck building", in cui ogni giocatore costruisce il proprio mazzo e si tratta quindi di un gioco asimmetrico: i due giocatori hanno situazioni di partenza differenti e scelgono a mano a mano le proprie carte, il che vuol dire che avranno delle azioni diverse a disposizione durante la partita. Pochi acri di neve è quindi un titolo per esperti, perché la partita - la cui durata oscilla tra i 60 e i 120 minuti - è condizionata dalla capacità di sfruttare i punti di forza della propria fazione e giocare quindi in modo diverso a seconda del Paese che si interpreta

3. PATCHWORK, edito in Italia da Uplay.it
di Uwe Rosenberg

Tanti diversi pezzi di stoffa, di forme e dimensioni diverse, sparsi qua e là sul tavolo: è il momento di farci un bel quilt! Come in un tetris, i giocatori sono chiamati a scegliere i pezzetti e posizionarli sulla propria plancia, incastrandoli tra loro per cercare di riempire tutti gli spazi: Patchwork è un gioco semplice, coloratissimo e veloce, adatto anche ai giocatori non esperti. Questo piccolo gioiellino di Rosenberg, che vanta componenti accattivanti e poche regole intuitive, è un titolo perfetto per una piccola pausa o un veloce dopo cena: il divertimento è assicurato in ogni partita, la cui durata solitamente non supera i 30 minuti

2. TWILIGHT STRUGGLE, edito in Italia da Asmodee Italia
di Ananda Gupta, Jason Matthews

"Un lungo conflitto crepuscolare", così John F. Kennedy chiamò la guerra fredda in uno dei suoi discorsi e da questa frase nasce il titolo (mantenuto in originale anche nella versione italiana) di questo titolo, che è uno dei più complessi e soddisfacenti del mondo del gioco da tavolo. Un giocatore 'intepreta' gli Stati Uniti, l'altro l'Unione Sovietica simulando, per circa 180 minuti, i quarantacinque anni di danza degli intrighi, prestigio ed occasionali fiammate della guerra fredda. Il mondo intero - grazie a un ampio tabellone - è il teatro nel quale questi due titani combatterono per salvarlo secondo le loro ideologie ed i loro stili di vita. Le carte evento coprono una vasta serie di eventi storicamente accaduti, dalle guerre Arabo-Israeliana del 1948 e 1967, al Vietnam ed al movimento pacifista negli Stati Uniti, alla Crisi dei Missili di Cuba ed altri tipi di incidenti che portarono il mondo sul baratro di un annientamento nucleare. Il sottosistema di gioco riproduce il pesante prestigio dovuto alla Corsa allo Spazio come pure la tensione Nucleare, con la possibilità che il gioco termini con una guerra nucleare. È un titolo adatto ai soli giocatori esperti, che in quanto riproduce in modo dettagliato e fedele il periodo storico che va dal 1946 al 1989: molto impegnativo e coinvolgente. 

1. 7 WONDERS DUEL, edito in Italia da Asterion Press
di Antoine Bauza e Bruno Cathala

È una versione alternativa di 7 Wonders, concepita specificamente per due giocatori. Come nel gioco originale, la partita si sviluppa in tre 'ere' ed è basata su un sistema di pesca delle carte e costruzione di palazzi e meraviglie. Al tempo stesso, però, è un gioco molto diverso da 7 Wonders con delle meccaniche nuove pensate per funzionare perfettamente con due soli sfidanti. Le partite sono rapide (circa 30 minuti), sempre nuove (grazie alla disposizione iniziale delle carte che cambia ogni volta) e avvincenti. La difficltà è di medio livello: non si tratta di un gioco introduttivo, ma non serve neanche essere esperti per poter confrontarsi con questo titolo. Una sfida tira l'altra e più si gioca più si migliora.

Scritto da 
  • Corinna Spirito
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Elena Mirò, Incontrada: "Da Atelier creativo nasce donna contemporanea"

L'attrice, volto del progetto, racconta la sua partnership con il marchio di Miroglio Fashion

Elena Mirò presenta 'L'atelier': un cantiere creativo per la donna contemporanea

La partnership tra Vanessa Incontrada e il brand si consolida attraverso la nuova collezione S/S 2018