Mercoledì 10 Gennaio 2018 - 18:30

Il patron dell'Everton sicuro: "L'addio di Lukaku? Colpa di un rito voodoo"

Ma l'agente del belga smentisce: "Lui è cattolico, il voodoo non fa parte della sua vita. Al Manchester United per fare passi avanti"

Romelu Lukaku File Photo

Romelu Lukaku, stella del Manchester United, sarebbe finito ai Red Devils a causa di un rito voodoo, che lo avrebbe influenzato inducendolo a lasciare l'Everton dopo tre stagioni e dopo essere diventato un pezzo pregiato. Secondo quanto raccontato dal proprietario dell'Everton, Farhad Moshiri, durante le trattative di mercato, il giocatore chiamò la madre che in quel momento si trovava in pellegrinaggio in Africa e la donna raccontò al figlio di aver visto un rito voodoo che indicava di scegliere la via del Chelsea, tiratosi poi indietro, con la conseguente virata verso lo United.

"La decisione di Romelu non ha nulla a che fare con il voodoo", ha dichiarato alla BBC l'agente del belga. "Romelu è molto cattolico e il voodoo non fa parte della sua vita o delle sue convinzioni", ha aggiunto. "Semplicemente non aveva più fiducia nell'Everton e nel progetto di Moshiri, ed è per questo che non voleva firmare alcuna condizione. Voleva fare il passo successivo per la sua carriera", ha concluso.
 

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

ENG, Premier League, West Bromwich Albion vs FC Arsenal

Guardiola e la 'resa' del City: "Sanchez allo United? Gli auguro il meglio"

Sembra proprio che la squadra di Mou sia destinata a vincere la battaglia sul cileno conteso

Neymar non cede il rigore a Cavani: pioggia di fischi dai tifosi

Proprio quel rigore avrebbe permesso all'uruguaiano di superare Ibrahimovic in testa alla classifica dei migliori cannonieri nella storia del club

Ronaldinho File Photo

Si ritira Ronaldinho, Pallone d'oro del 2005. Tre stagioni nel Milan

Il brasiliano, 37 anni, da quasi due non gioca partite ufficiali pur essendo tesserato del Fluminense. Ha giocato nel Psg e nel Barca