Lunedì 26 Marzo 2018 - 20:45

Il Viagra festeggia 20 anni: nel 1998 arrivò il via libera negli Usa

Una rivoluzione del sesso che ha permesso a milioni di uomini di tornare ad avere rapporti sessuali

20 years on,'Viagra revolution' still flags

Il Viagra compie 20 anni. Il 27 marzo del 1998 la US Food and Drug Administration (Fda), cioè l'agenzia Usa incaricata di regolamentare i prodotti farmaceutici e alimentari, dava luce verde al nuovo trattamento contro la disfunzione erettile e ad aprile di quell'anno la piccola pillola blu arrivava nei negozi degli Stati Uniti. Una rivoluzione del sesso: ha permesso a milioni di uomini di tornare ad avere rapporti sessuali e ha portato alla ribalta nelle conversazioni quotidiane l'argomento dell'impotenza, fino a quel momento tabù.

La scoperta del rimedio fu casuale: all'inizio degli anni '90 alcune squadre di Pfizer stavano sperimentando un nuovo farmaco chiamato Sildenafil contro ipertensione e angina; non si rivelò utile per placare il dolore toracico, ma il farmaco ebbe sugli uomini un inatteso effetto collaterale, cioè l'erezione. La maggioranza dei volontari uomini che parteciparono agli esperimenti riferirono inoltre di un significativo miglioramento della loro vita sessuale. A quel punto Pfizer cominciò a concentrare le ricerche sull'impotenza maschile, problema che colpisce un terzo degli uomini sopra i 40 anni. Dopo il via libera dell'Fda il successo del Viagra fu immediato: 150mila prescrizioni furono scritte negli Usa solo nelle prime due settimane in cui il farmaco fu messo in vendita. E prima ancora che arrivasse nelle farmacie di altri Paesi giunse sul mercato nero in Israele, Polonia e Arabia Saudita a prezzi cinque volte superiori al costo legale negli Usa.

Dopo il lancio ufficiale in Europa a settembre del 1998, la pillola blu diventò per Pfizer una significativa fonte di reddito, e ad aumentarne la notorietà furono le campagne pubblicitarie del candidato alle presidenziali Usa Bob Dole nel 1999 e della leggenda del calcio Pele nel 2002. Presto il Viagra diventò anche il farmaco più falsificato al mondo. Sono circa 65 milioni le prescrizioni di Viagra fatte nel mondo e la sua commercializzazione è giunta in coincidenza con l'avvento di internet e l'esplosione della pornografia online. Con questa pillola è cambiato anche il lessico del marketing, che è passato dal parlare di "impotenza maschile" al riferimento alla "disfunzione erettile", uno status medico che può ormai essere curato.

Le donne che soffrono di disfunzioni e perdita di libido sono ancora in attesa di un rimedio che possa permettere anche a loro di ritrovare una vita sessuale appagante, sottolineano alcuni esperti. "Le donne sono rimaste fuori dalla rivoluzione per il miglioramento della sessualità", dichiara Nachum Katlowitz, direttore del reparto di urologia e fertilità dell'ospedale dell'università di Staten Island. Nel 2015 la Fda ha approvato il Flibanserin, commercializzato negli Usa con il nome Addyi e definito 'Viagra femminile', presentato come trattamento per ravvivare la libido delle donne. Ma dal suo lancio è stato al centro di controversie: dal momento che appartiene alla famiglia degli antidepressivi è sconsigliato di consumare alcol al tempo stesso, costa diverse centinaia di dollari e può avere effetti secondari significativi come nausea, vomito e pensieri di suicidio.
 

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Allarme bilancia: un italiano su due bocciato alla prova costume

Il problema riguarda 23 milioni di persone adulte lungo tutta la Penisola

Salute, Italia a due velocità: al Sud si muore prima. Allarme obesità

La fotografia dell'Osservatorio nazionale sulla salute nelle regioni italiane dell'Università Cattolica di Roma

Salute, pene curvo resta tabù: deviazione congenita presente in 3-6% maschi

La causa ad oggi è sconosciuta. Una delle teorie più accreditate è quella dei micro-traumi durante l'attività sessuale

Nuova luce sull'origine della schizofrenia: lo studio italiano

Il primo passo per programmare terapie farmacologiche più mirate contro questa malattia