Martedì 01 Agosto 2017 - 15:30

Batticuore, imbarazzo e passione: il primo amore fa commuovere

Tesi finale di due studenti di animazione, "In a Heartbeat" è un film di quattro minuti diventato virale in poche ore

Oltre due milioni di visualizzazioni in poche ore: è questo l'incredibile risultato raggiunto dalla tesi di laurea di Beth David ed Esteban Bravo, due studenti del Ringling College of Art and Design, in Florida. Si tratta di un cortometraggio che in soli quattro minuti riesce a raccontare l'imbarazzo, la passione e il trasporto del primo amore.

Protagonista è un adolescente dai capelli rossi, che 'perde il cuore' per un coetaneo. Nonostante cerchi di trattenersi, nascondersi, passare in osservato, il suo cuore proprio non gli dà retta e insegue senza controllo l'oggetto del suo amore.

 

 

A conquistare il pubblico del web non soltanto la dolcezza di sentimenti ancora acerbi, ma la naturalezza e la semplicità con cui è raccontato l'amore gay. Il risultato è una storia universale e commovente che ha portato il profilo Twitter ufficiale di The Human Rights Campaign, la più grande organizzazione americana impegnata a lottare per la parità dei diritti civili delle persone LGBTQ, a condividere il video e farlo conoscere a migliaia di persone. “We can all relate to this” (Possiamo riconoscerci tutti in questa storia), ha scritto, incoraggiando la visione del film muto, raccontato solo da colori e musica.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

È morto il regista Umberto Lenzi: il papà di Er Monnezza

Regista e sceneggiatore, aveva inventato il personaggio di Er Monnezza

Berlusconi contro Sorrentino: "Il suo film è attacco politico"

L'ex Cav attacca l'ultimo lavoro del regista in cui Toni Servillo veste i suoi panni

Bob Weinstein

Caso Weinstein, anche il fratello Bob accusato di molestie

A parlare è la produttrice televisiva di "The Mist"

Caso Weinstein, il produttore Rosenberg ammette: "Tutti sapevamo ma abbiamo taciuto"

"Siamo rimasti in silenzio perché lui era la gallina dalle uova d'oro, ma ora mi sento complice e mi vergogno"