Martedì 20 Marzo 2018 - 09:45

Incendiò casa per uccidere 6 persone: arrestato boss della 'ndrangheta

Presi di mira dei cittadini romeni, nell'abitazione c'erano anche due bambini piccoli

La polizia di Reggio Calabria ha arrestato un boss della 'ndrangheta reggina per tentato omicidio plurimo. L'indagine, condotta dalla squadra mobile di Reggio Calabria, ha consentito di accertare che era lui l'autore materiale di un incendio appiccato, a fine febbraio, ad un'abitazione nella zona sud di Reggio Calabria, allo scopo di uccidere sei cittadini stranieri di origine rumena, di cui due bambini in tenerissima età.

Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Operazione 'Gramigna' dei Carabinieri.Scacco al clan Casamonica

'Ndrangheta, agguato nel Reggino: ucciso un uomo, ferito grave bambino

I killer hanno aperto il fuoco in un terreno di proprietà del 39enne, pregiudicato e ritenuto appartenente all'omonima cosca. Grave il bimbo di 10 anni che era con lui

Prima prova di maturità al liceo Manzoni in via orazio

Maturità, Miur: cresce percentuale promossi, oltre 6mila i 100 e lode

Le rivelazioni del ministero sui primi risultati relativi agli Esami di Stato della scuola secondaria di II grado. In Puglia gli studenti migliori

Vibo Valentia, 'giardini segreti' di marijuana: scoperte 26mila piante del clan

Colpo all'associazione criminale capeggiata da Emanuele Mancuso

TOPSHOT-LIBYA-EU-MIGRANTS-RESCUE

Migranti, Open Arms accusa Libia e Italia. Viminale: "Bugie, li denunciamo"

La nave sbarca in Spagna con a bordo i cadaveri della donna e del bimbo recuperati a largo delle coste della Libia e Josepha, unica sopravvissuta al naufragio