Giovedì 16 Novembre 2017 - 15:45

Isis, cinque indagati a Torino ma gli arresti non sono eseguibili

Lo stop per questioni procedurali

La Procura di Torino ha chiesto l'arresto per 5 cittadini tunisini, indagati per terrorismo perché sospettati di essere collegati all'Isis, ma la misura non può essere subito eseguita, in attesa di ricorso. Il pm torinese Andrea Padalino aveva avanzato la richiesta di custodia cautelare in carcere per i cinque, ma il gip a giugno l'aveva respinta, decisione ribaltata ai primi di novembre dal Tribunale del riesame, al quale la Procura ha fatto ricorso.

I cinque hanno dieci giorni per fare a loro volta ricorso in Cassazione e i termini per presentarlo scadono a breve, dopo di che toccherà alla Suprema corte decidere sulla misura cautelare. Tre dei tunisini sono comunque già agli arresti domiciliari per droga, mentre due sono in stato di libertà.

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Piazza Carlo Alberto Torino

Torino, dal 9 all’11 giugno il primo Salone Internazionale del Caffè

Turin Coffee si svolgerà nella cornice di piazza Carlo Alberto

Torino, uccide una donna a colpi di pistola, poi tenta il suicidio

E' successo in via Alpignano a Rivoli. Sul caso indagano i carabinieri

Svolta a Torino, Appendino registra all'anagrafe il figlio di due madri

E' la prima volta che accade in Italia. Chiara Foglietta: "Scritta pagina importante della storia"

Presentazione 'Progetto e-Mobility Iren'

Torino, svolta Appendino: "Pronti a riconoscere coppie gay e loro figli"

L'annuncio dopo il caso dell'anagrafe che non ha registrato il bimbo nato con due madri