Mercoledì 14 Febbraio 2018 - 10:30

Il Pil del 2017 cresce dell'1,4%. È il dato migliore dal 2010

Se si considera che lo scorso anno conta due giorni lavorati in meno la percentuale corretta è dell'1,5%

SEAT, la fabbrica dove nasce la nuova Ibiza e Arona

Nel 2017 il Pil corretto per gli effetti di calendario è aumentato dell'1,5%. Lo rileva l'Istat, precisando che la variazione annua del Pil stimata sui dati trimestrali grezzi è invece pari a +1,4%. Nel 2017, spiega l'istituto statistico, ci sono state due giornate lavorative in meno rispetto al 2016.

L'aumento del Pil grezzo è il più alto dall'anno 2010, quando l'incremento era stato dell'1,7%. In valore assoluto, sottolinea l'Istat, alla fine del quarto trimestre è ancora più basso del 5,7% rispetto a quello registrato nel primo trimestre del 2008. I risultati dei conti nazionali annuali per il 2017, fa sapere ancora l'istituto, saranno diffusi il prossimo primo marzo, mentre quelli trimestrali coerenti con i nuovi dati annuali verranno comunicati il 2 marzo. 

La variazione del Pil acquisita per il 2018, ovvero la crescita che si avrebbe nell'anno se ogni trimestre segnasse una variazione nulla, è positiva e dello 0,5% in slancio all'anno appena concluso.

Nel quarto trimestre del 2017 il prodotto interno lordo, espresso in valori concatenati con anno di riferimento 2010, corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato, è aumentato dello 0,3% rispetto al trimestre precedente e dell'1,6% nei confronti del quarto trimestre del 2016.

 

Nel terzo trimestre del 2017, il Pil era cresciuto dello 0,4% sui tre mesi precedenti e dell'1,7% su anno. Il quarto trimestre, spiega l'Istat, ha avuto tre giornate lavorative in meno del trimestre precedente e una giornata lavorativa in meno rispetto al quarto trimestre del 2016. "L'incremento congiunturale - si legge nella nota dell'istituto - è la sintesi di una diminuzione del valore aggiunto nel comparto dell'agricoltura e di un aumento nell''industria e nei servizi. Dal lato della domanda, vi è un contributo positivo sia della componente nazionale (al lordo delle scorte), sia della componente estera netta". Nello stesso periodo il Pil è aumentato in termini congiunturali dello 0,6% sia negli Stati Uniti sia in Francia e dello 0,5% nel Regno Unito. In termini tendenziali, si è registrato un aumento del 2,5% negli Stati Uniti, del 2,4% in Francia e dell'1,5% nel Regno Unito.

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Genova, crollo Ponte Morandi: continuano le ricerche dei dispersi e la messa in sicurezza

Genova, pedaggi su e investimenti giù: i numeri che accusano Autostrade

Tra il 2008 e il 2017 le tariffe sono aumentate del 25%, mentre dei circa 4 miliardi di utili ne sarebbero stati reinvestiti circa la metà

Perugia, bomba rudimentale in una busta davanti filiale Banca Etruria

Banca Etruria, tribunale annulla sanzioni: "Consob sapeva da fine 2013"

La Corte ha cancellato parte delle sanzioni, pari a 2,8 milioni di euro, inflitte lo scorso anno

Sciopero Ryanair 25 luglio 2018

Ryanair, verso un venerdì di scioperi dei piloti in Europa

Tagliati circa 400 dei 2.400 voli europei previsti, per un totale di circa 55 mila passeggeri coinvolti