Martedì 11 Luglio 2017 - 11:15

L'Isis conferma la morte di al-Baghdadi e sceglie nuovo califfo

Lo riferisce la tv irachena Al Sumaria, citando una fonte locale nella provincia irachena di Ninive

L'Isis conferma la morte di al-Baghdadi e nomina un nuovo califfo

Lo Stato islamico conferma che il suo leader Abu Bakr al-Baghdadi è morto. È quanto riferisce la tv irachena Al Sumaria, citando una fonte locale nella provincia irachena di Ninive. Secondo la fonte, citata appunto dall'emittente e che ha chiesto l'anonimato, i terroristi dell'Isis avrebbero diffuso una breve dichiarazione in cui riferiscono della morte di al-Baghdadi e annunciano che faranno sapere il nome del nuovo califfo. Lo scorso 16 giugno il ministero della Difesa russo aveva annunciato di avere probabilmente ucciso al-Baghdadi in un raid aereo del 28 maggio alla periferia di Raqqa, in Siria. Ieri il premier iracheno, Haider al-Abadi, ha annunciato ufficialmente la vittoria sull'Isis a Mosul.

La notizia è stata rilanciata dalla testata russa Sputnik News e a catena anche da altri media russi, nonché dall'agenzia di stampa iraniana Mehr, che cita sempre Al Sumaria. Da quando al-Baghdadi è comparso per la prima volta sui media nel 2014, quando si proclamò califfo di quello che lui stesso definì Stato islamico, a cavallo appunto fra Siria e Iraq, sono state più volte ipotizzate la sua morte o il suo ferimento in raid aerei, in notizie mai confermate.

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Catalogna, celebrazioni Diada a Barcellona

Referendum Catalogna, arrestati 13 degli organizzatori

Tra loro il braccio destro del vicepresidente. Secondo il governo di Madrid i reati consisterebbero proprio nell'aver organizzato il referendum incostituzionale. Proteste in piazza

Forte scossa di terremoto in Messico: si scava sotto le macerie

Terremoto di 7,1 in Messico, almeno 216 morti. Crolla scuola, bimbi in trappola

La capitale allo stremo delle forze, 4,6 milioni di case sono senza luce. Si cercano dispersi e si temono mille morti