Giovedì 23 Febbraio 2017 - 07:15

Nuovo sistema planetario: Nasa scova sette 'sorelle' della Terra

Secondo quanto riferisce l'ente spaziale si trova a oltre 40 anni luce dal nostro, con al centro la stella nana TRAPPIST-1

La Nasa scopre un nuovo sistema planetario: scovate le sette "sorelle" della Terra

A soli 40 anni luce dalla Terra esiste un sistema con sette pianeti di dimensione simile alla Terra, tre dei quali potrebbero avere sulla superficie oceani di acqua, cosa che aumenta la possibilità che accolgano vita. Il sistema, localizzato da un gruppo internazionale di astronomi e il cui studio è stato pubblicato da Nature, è costituito dal numero più alto mai scoperto di pianeti della stessa dimensione della Terra e di mondi che potrebbero aver acqua liquida in superficie. I sei pianeti più vicini alla stella TRAPPIST-1, probabilmente rocciosi, potrebbero aver una temperatura in superficie tra 0 e 100 grandi, range in cui può esistere acqua liquida.

Tre di essi son nella zona cosiddetta "abitabile", perché potrebbero esser in grado di ospitare vita. TRAPPIST-1 è una stella nana ultrafredda, che brilla circa mille volte meno del Sole. Il principale autore dello studio,  Michaël Gillon dell'Istituto Star del Belgio, ha dichiarato che "si tratta di un sistema planetario sorprendente, non solo perché abbiamo scoperto tanti pianeti, ma perché hanno dimensioni molto simili a quelle della Terra".
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

KAZ, ISS Expedition, 52. Langzeitbesatzung der Internationalen Raumstation

Spazio, Paolo Nespoli torna sulla Terra: atterrata la navetta Souyz

L'astronauta torna a casa dopo 139 giorni di missione nella base spaziale

Un altro successo per Ariane 5. Lanciati nello spazio 4 satelliti Galileo

Sesta missione positiva nel 2017. I satelliti collocati perfettamente. Soddisfazione Avio (che produce i motori a propulsione solida): "Siamo player di riferimento per i lanciatori. Va avanti lo sviluppo del nuovo Vega C"

Facebook annual Year in Review data

La svolta fiscale di Facebook: "Pagheremo tasse nei Paesi in cui realizziamo i ricavi"

Da ora in poi i ricavi pubblicitari del social network di Mark Zuckerberg non saranno più interamente contabilizzati nella sede internazionale di Dublino