Giovedì 18 Maggio 2017 - 16:45

La polizia di Detroit indaga sul possibile suicidio di Chris Cornell

"Quando le forze dell'ordine sono arrivate in camera, hanno trovato Chris Cornell steso in bagno. Non rispondeva, era morto"

La polizia di Detroit indaga sul possibile suicidio di Chris Cornell

La polizia di Detroit sta trattando la morte di Chris Cornell, voce dei Soundgarden, come un possibile suicidio. Il cantante è morto la scorsa notte a 52 anni. Un portavoce della polizia ha riferito che gli agenti sono stato chiamati nell'hotel dove alloggiava il musicista intorno a mezzanotte da un suo amico: "Quando le forze dell'ordine sono arrivate in camera, hanno trovato Chris Cornell steso in bagno. Non rispondeva, era morto. Stiamo indagando su un possibile suicidio ma siamo in attesa dell'esame del medico legale per determinare le cause e la modalità della morte".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Arriva il 'Butterfly effect' di Mr. Rain: sognando Sanremo e Macklemore

Ricordi, pensieri, momenti, idee e storie: esce venerdì l'album che è quasi un diario personale dell'artista

Max Pezzali, Francesco Renga e Nek sul palco insieme: tutti pazzi per il Duri da battere tour

Parte dalla Unipol Arena di Bologna il progetto dei tre amici e cantanti che ripercorre i loro successi da Gli anni a Laura non c'è, passando per Angelo

67mo festival della canzone italiana - Ingresso dei cantanti al teatro Ariston

Sanremoyoung: ecco i 12 giovani cantanti in gara

I partecipanti del nuovo programma RAI dedicato esclusivamente ai giovanissimi nati nel nuovo millennio

Primo Maggio, il concertone di Roma

Lo Stato Sociale verso Sanremo: traguardi e inediti nell'album dei 'Primati'

La band bolognese presenta il nuovo lavoro in attesa di esibirsi sul palco dell'Ariston