Giovedì 23 Febbraio 2017 - 13:30

La procura di Venezia indaga sugli insulti a Bebe Vio su Facebook

Codacons: Fenomeni pericolosi che possono avere effetti tragici

La procura di Venezia indaga sugli insulti a Bebe Vio su Facebook

 La Procura di Venezia ha aperto un'indagine su insulti e minacce rivolti alla campionessa paraolimpica Bebe Vio attraverso una pagina Facebook. Il procuratore capo di Venezia, Adelchi d'Ippolito, ha accolto la denuncia del Codacons e aperto un fascicolo per i reati di minaccia grave e istigazione a delinquere. "Esprimiamo grande soddisfazione per la decisione della Procura, la prima che finalmente in Italia vuole vederci chiaro sugli insulti e le minacce pubblicate sui social network", ha detto il presidente dell'associazione in difesa di consumatori e utenti, Carlo Rienzi.

"Ma non basta: chiediamo di estendere l'inchiesta, indagando su quei gruppi nati su Facebook che incitano all'odio e alla violenza, soprattutto verso donne, gay e disabili", ha aggiunto. Fenomeni che il Codacons giudica "estremamente pericolosi perché possono avere effetti tragici sui più giovani o sulle menti più fragili, e dove addirittura si scambia materiale pedopornografico".
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Pro-am Sestriere: vincono Terreni e Bellomo, Armand super nel lordo

Pro-am Sestriere, vincono Terreni e Bellomo, Armand super nel lordo

Due giorni di golf di ottimo livello sul campo più alto d'Europa (2035 metri)

Tour, il norvegese Boasson Hagen vince la 19esima tappa

Tour, a Boasson Hagen 19° tappa. Froome resta in maglia gialla

Il gruppo si prende una vacanza e arriva a 12' e 30". Quarto Daniele Bennati della Movistar

Tour, Barguil vince sull'Izoard, Froome in giallo. Aru staccato

Tour, Barguil vince sull'Izoard, Froome in giallo. Aru staccato

Dopo le difficoltà di ieri il capitano dell'Astana paga nuovamente dazio sull'ultima salita chiudendo al tredicesimo posto

Ciclismo, Tour de France - Tappa Sedici

Tour, arriva la crisi per Fabio Aru. Ora è quarto in classifica generale

A Serre Chavalier trionfa lo sloveno Roglic Il sardo in ritardo di 53" da Froome sempre in giallo. Bene Uran e Bardet