Giovedì 23 Febbraio 2017 - 13:30

La procura di Venezia indaga sugli insulti a Bebe Vio su Facebook

Codacons: Fenomeni pericolosi che possono avere effetti tragici

La procura di Venezia indaga sugli insulti a Bebe Vio su Facebook

 La Procura di Venezia ha aperto un'indagine su insulti e minacce rivolti alla campionessa paraolimpica Bebe Vio attraverso una pagina Facebook. Il procuratore capo di Venezia, Adelchi d'Ippolito, ha accolto la denuncia del Codacons e aperto un fascicolo per i reati di minaccia grave e istigazione a delinquere. "Esprimiamo grande soddisfazione per la decisione della Procura, la prima che finalmente in Italia vuole vederci chiaro sugli insulti e le minacce pubblicate sui social network", ha detto il presidente dell'associazione in difesa di consumatori e utenti, Carlo Rienzi.

"Ma non basta: chiediamo di estendere l'inchiesta, indagando su quei gruppi nati su Facebook che incitano all'odio e alla violenza, soprattutto verso donne, gay e disabili", ha aggiunto. Fenomeni che il Codacons giudica "estremamente pericolosi perché possono avere effetti tragici sui più giovani o sulle menti più fragili, e dove addirittura si scambia materiale pedopornografico".
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Ciclismo, Giro dell’Appennino: Ciccone va in fuga, attacca e vince

Il ciclista di Chieti supera Amaro Antunes e Fausto Masnada allo sprint di Genova

Ancora la Quick Step. Bob Jungels vince a Liegi

Trionfo a sorpresa per il lussemburghese nella "Doyenne". Quinto Pozzovivo poi Gasparotto e Formolo. Nibali non regge nel finale

Ciclismo, giro dell’Appennino: Cunego cerca il tris prima dell’addio

La 79° edizione della classica italiana sarà una delle ultime corse per il veronese, vincitore del Giro 2004. Antonio Nibali guida gli Azzurri di Davide Cassani

Tour of the Alps, Sanchez trionfa a Lienz. Pinot si conferma leader della generale

Lo spagnolo scatta a due chilometri dall’arrivo e chiude davanti a Bennet e Bouwman. Distacchi invariati per la maglia ciclamino