Martedì 10 Ottobre 2017 - 18:15

La Torino bene trema: riaperto un caso di oltre 40 anni fa

In esclusiva su 'Giallo' le nuove rivelazioni sull'omicidio dell'allora 25enne Martine Beauregard

In esclusiva sul numero di 'Giallo', il settimanale di Cairo Editore diretto da Andrea Biavardi in edicola domani, il caso di Martine Beauregard.

"Conosco i nomi di chi era presente la sera in cui è stata uccisa Martine. So anche che cosa è accaduto successivamente". Questa incredibile testimonianza che settimanale 'Giallo', è in grado di svelare in anteprima, è di una persona rimasta anonima resa nei giorni scorsi poco prima di morire. La testimonianza di qesta persona ha permesso agli inquirenti di riaprire ora un caso irrisolto da quasi 50 anni: quello di Martine Beauregard.

 Era il 18 giugno del 1969 quando Martine Beauregard, una prostituta di alto bordo di soli 25 anni, fu ritrovata morta soffocata nella sua Torino. Fra colpi di scena processuali, confessioni smentite e tentativi di insabbiamento, l'assassino della povera Martine non è mai stato trovato. L'ombra dei festini a luci rosse e delle orge nella Torino bene, quella dei night e delle sale da ballo, è sempre rimasta sullo sfondo. La verità, però, non è mai emersa. Fino ai giorni nostri, perché la nuova e inattesa testimonianza ha improvvisamente riacceso le speranze di arrivare a una soluzione. Sotto accusa, adesso, ci sono due uomini: il primo avrebbe ucciso la ragazza, il secondo sarebbe il suo compliceà
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Prima nevicata a Milano

Neve e ghiaccio su strade e ferrovie. Blocchi in Piemonte e Liguria. Rischi alluvione in Toscana

Situazione complicata per i trasporti nel Nord Ovest. Chiuse autostrade e linee ferroviarie. La spiegazione della parola "gelicidio"

The logo of Thyssen Krupp AG is pictured at the gate one of the ThyssenKrupp steel plant in Duisburg

Thyssen, sette vittime, dieci anni, cinque processi e sei condanne

I numeri di una vicenda atroce. In primo grado l'omicidio con dolo eventuale. Poi diventato colposo con riduzione delle pene: quattro dirigenti italiani in carcere, ma i due tedeschi...

Dopo Vercelli, chieste le telecamere negli asili. Cosa ne pensate?

Alcune famiglie dei bimbi che hanno subito le violenze delle maestre, vogliono che la scuola sia in grado di controllare quello che accade nelle classi. Un sondaggio di LaPresse

Violentata ripetutamente da amico di famiglia: incinta a 11 anni

Arrestato a Barriera di Milano, in provincia di Torino, un uomo di 35 anni che la bambina chiamava zio