Lunedì 14 Settembre 2015 - 17:05

La7, domani torna Floris in prima serata con 'diMartedì'

IMG

di Andrea Capello

 

Roma, 14 set. (LaPresse) - Scatta domani in prima serata su La7 la seconda edizione di 'diMartedì', la trasmissione di approfondimento sulle tematiche politiche, economiche e sociali di maggior rilievo condotta da Giovanni Floris. Dopo una partenza in surplace, il programma ha fatto registrare nel corso dell'anno il maggiore dato di crescita negli ascolti (+92%) passando dal 3.5% di settembre 2014 al 6.8% delle puntate finali di giugno 2015. "Ripartiamo molto soddisfatti. Abbiamo un progetto di diversi anni su La7", ha detto nel corso della classica conferenza stampa di presentazione tenutasi a Roma il conduttore.

 

"L'anno scorso è stata un'impresa più complessa del previsto - ha aggiunto - non pensavamo di partire così bassi di ascolti nella prima puntata, ma neanche di crescere così tanto nelle successive. Lo shock ci è servito perché abbiamo messo in moto i cervelli". Floris ha spiegato poi quella che è stata la ricetta vincente per il miglioramento degli ascolti. "Non abbiamo portato la trasmissione di Rai3 ('Ballarò', ndr) su La7 - ha argomentato - ne abbiamo fatta una diversa con una costante messa a punto ed alla fine ci siamo riusciti producendo un nuovo format che prevede tante situazioni diverse. Abbiamo creato qualcosa che al pubblico piace".

 

Gli ospiti clou della prima puntata saranno la presidente della Camera dei Deputati, Laura Boldrini, ed il primo cittadino di Roma, Ignazio Marino. Ovviamente confermatissima la copertina di Maurizio Crozza mentre una sorpresa è prevista per gli appassionati di musica. La sigla di apertura del programma infatti sarà interpretata dal trombettista Fabrizio Bosso.

 

Nel corso della passata edizione gli ospiti che si sono avvicendati nelle 37 puntate sono stati ben 401, 267 non tenendo conto di quelli presenti più volte, per un totale di 120 fra interviste e mini-talk. Fra loro i presidenti di Senato e Camera, i principali ministri del Governo italiano, il segretario della Cei, Nunzio Galantino, ma anche leader politici di altri paesi come Marine Le Pen ed i vicepresidenti della Commissione Europea, Jyrki Katainen e Frans Timmermans, oltre al Commissario europeo per gli Affari Economici e monetari Pierre Moscovici ed il regista Ken Loach.

 

"Facendo una metafora sportiva, il percorso di Floris è stato quello di un fondista. Calmo, determinato e concentrato con una progressione che ci ha portato a risultati in grande crescita dei quali siamo molto soddisfatti", ha dichiarato l'Ad di La7, Marco Ghigliani, prima di snocciolare alcuni numeri. "In 37 puntate abbiamo fatto il 5% di share consuntivo con un trend in costante crescita. La penultima puntata è arrivata al 6.77% di share, quasi il doppio di quella iniziale".

 

Secondo l'ad della tv di Urbano Cairo, "Floris ha raggiunto gli obiettivi di rete contribuendo ad aumentare la media di spettatori del prime time". Manca ancora la ciliegina sulla torta, ovvero la presenza in una puntata del premier Matteo Renzi. "Perché non è mai stato ospite a 'diMartedì? Dovete chiederlo a lui - risponde con il sorriso Floris a precisa domanda sull'argomento - come presidente del Consiglio è invitato di default".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Cina, fiera di pellicce e prodotti di pelle a Pechino

Gucci dice addio alle pellicce: stop dal prossimo anno

La giacenza di abiti e accessori con inserti di pelliccia sarà messa all'asta per beneficenza

blasetti

Venezia 74, La lunga strada del ritorno di Blasetti con RaiTeche

Il film-inchiesta sui reduci della seconda guerra mondiale sarà proiettato domani

Con DIPIÙ arriva la radio dell'estate

In edicola con il settimanale, completa di pile eco-friendly e di cuffiette auricolari