Venerdì 06 Ottobre 2017 - 13:15

Lancia è main sponsor della retrospettiva su Peter Lindbergh

Fca: la rassegna del grande fotografo di moda alla Reggia di Venaria dal 7 ottobre al 4 febbraio. Presentati 220 scatti

Lancia Ypsilon, è main sponsor dell'unica tappa italiana della mostra di Peter Lindbergh (Torino, Reggia di Venaria Reale 7 ottobre-4 febbraio). La rassegna presenta 220 realizzazioni del fotografo tedesco, tra i maggiori nel settore della moda.

Tecnica personale e stile innovativo ispirato al linguaggio del cinema e della danza, questi gli elementi di spicco dei suoi scatti. Protagoniste, le modelle che hanno segnato la storia della moda della fine del XX secolo, lanciando "l'era delle top-model": da Cindy Crawford a Naomi Campbell a Linda Evangelista. In occasione del vernissage della mostra, Peter Lindbergh ed i suoi ospiti raggiungeranno la Reggia a bordo di tre modelli “icona”  del marchio: l'Aurelia B20 GT, l'Aurelia B24 Spider e la Flaminia. In esposizione una Lancia Ypsilon firmata Ramponi Stones and Strass.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

What Van Awards 2018, Doblò e Fiorini campioni a Londra

Per la terza volta consecutiva il Doblò Cargo di Fiat Professional è stato insignito del titolo di "Light Van of the Year", il Fiorino è stato acclamato nella categoria “Small Van”

Fca, arriva il Ducato minibus da 14 o 17 posti

La gamma del best-seller di Fiat Professional si amplia con la nuova versione. Motori turbodiesel MultiJet da 2,3 litri 150 CV e 3.0 litri da 140 CV Natural Power a metano. In listino da 41.750 Euro.

Il Fiat Fullback specificamente attrezzato fornito da Fiat Professional alla Polizia Scientifica

Presentato il nuovo veicolo della Polizia Scientifica: è il 'Fullback' di Fca

Sarà usato per i sopralluoghi più complessi su tutto il territorio nazionale, grazie alla tecnologia di bordo e ai suoi speciali allestimenti

FIA Hall of Fame, l'Alfa Romeo in Formula 1 tra passato e futuro

Alfa Romeo schiera la storica Alfetta 158, vincitrice del primo Mondiale nel 1950, una “veterana” molto attuale, visto il ritorno del Marchio in Formula 1