Martedì 22 Maggio 2018 - 10:30

Lavoro, nel 2018 cala disoccupazione. Occupati in aumento dello 0,8%

Continua il miglioramento della situazione iniziato nel 2017. Ma i livelli europei sono ancora lontani

La protesta degli operai dell'ILVA di Taranto davanti ai cancelli della fabbrica

"Le condizioni del mercato del lavoro registreranno un ulteriore miglioramento con un aumento dell'occupazione stimato allo 0,8% in termini di unità di lavoro e una progressiva, ma lenta, diminuzione del tasso di disoccupazione al 10,8%". È la stima dell'Istat contenuta nelle 'Prospettive per l'economia italiana nel 2018'

Nel corso del 2017 si è consolidata la fase positiva del mercato del lavoro, spiega ancora Istat. Le unità di lavoro sono ulteriormente aumentate (+0,9%) e la disoccupazione è diminuita di 0,5 punti percentuali attestandosi all'11,2%. Sebbene in aumento, il tasso di occupazione si è comunque mantenuto inferiore a quello del target di Europa 2020 e alla media europea.

Con riferimento alla popolazione nella classe di età con 20-64 anni, nel 2017 il tasso di occupazione italiano era del 62,3% (67,0% l'obiettivo di Europa 2020 e 72,2% il tasso medio dei paesi dell'Unione europea). Negli ultimi mesi si sono manifestati segnali di rallentamento nella dinamica del mercato del lavoro. Nel primo trimestre del 2018 il tasso di occupazione è aumentato in misura contenuta (0,1 punti percentuali) mentre la disoccupazione è rimasta stabile all'11%, un valore di 2,5 punti percentuali superiore a quello dell'area euro. Nello stesso periodo il tasso dei posti vacanti, che misura la quota dei posti di lavoro per i quali è in corso la ricerca di personale, si è attestato allo 0,9% sia nell'industria sia nei servizi arretrando rispettivamente di 0,2 e 0,1 punti percentuali rispetto al trimestre precedente. Nei prossimi mesi si prospetta il proseguimento della fase di miglioramento del mercato del lavoro ma con intensità più contenute rispetto all'anno precedente.

Nel 2018 l'occupazione, espressa in termini di unità di lavoro, è prevista crescere (+0,8%) e il tasso di disoccupazione diminuire (10,8%). La crescita dell'occupazione sarà supportata dall'aumento delle unità dipendenti mentre la contrazione di quelle indipendenti dovrebbe attenuarsi quasi completamente. L'aumento dell'occupazione comporterà sia una crescita del monte salari sia un miglioramento delle retribuzioni per dipendente che segneranno una forte accelerazione (+1,4%) rispetto all'anno precedente.

Loading the player...

Cresce il Pil - L'Istat conferma per il 2018 una previsione di crescita del Pil dell'1,4% in termini reali. Lo riferisce l'istituto di statistica, nel report sulle prospettive dell'economia italiana. La domanda interna al netto delle scorte, spiega Istat, fornirebbe un contributo positivo alla crescita pari a 1,5 punti percentuali, mentre l'apporto della domanda estera netta risulterebbe nullo e quello della variazione delle scorte marginalmente negativo (-0,1 punti percentuali).

Rallentano le spese delle famiglie - L'aumento della spesa delle famiglie e delle Isp in termini reali, prosegue l'istituto di statistica, è stimato in leggero rallentamento rispetto agli anni precedenti, con un incremento dell'1,2%. La crescita dei consumi continuerebbe ad essere supportata dai miglioramenti del mercato del lavoro. Il processo di ricostituzione dello stock di capitale è atteso proseguire a ritmi lievemente più accentuati rispetto all'anno precedente sostenuto sia dalle misure di politica economica sia dalle condizioni favorevoli sul mercato del credito, derivanti dal proseguimento della politica monetaria espansiva della Banca centrale europea. Gli investimenti fissi lordi sono previsti crescere del 4,0% nell'anno corrente. L'attuale scenario di previsione è caratterizzato da alcuni rischi al ribasso rappresentati da una più moderata evoluzione del commercio internazionale e da un incremento più accentuato del prezzo del petrolio. Un effetto più incisivo dei provvedimenti a favore degli investimenti potrebbe invece costituire un ulteriore elemento di stimolo all'economia. Il proseguimento del ciclo positivo dell'economia italiana si sviluppa all'interno di un quadro caratterizzato da una persistente debolezza degli investimenti in capitale intangibile e dell'assorbimento di occupazione a elevata qualificazione

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Istat, torna a crescere la disoccupazione. Boom dei contratti a termine

Gli occupati contati a giugno sono 49mila in meno. I più in difficoltà sono gli under 25

Casal di Principe, i ministri Di Maio e Costa per il decreto \"Terra dei fuochi\" e il Premio Don Diana

Dl dignità, rischio flop: senza rinnovo 8mila occupati in meno l'anno

La relazione tecnica rivela che ci sarà un taglio del lavoro a tempo determinato. Duecento milioni in meno in seguito al divieto di pubblicità sul gioco

Luigi Di Maio ospite a "Mezz'ora in più"

Ilva, le carte all'Anticorruzione. Tremano i sindacati.

Di Maio, su sollecitazione di Emiliano, chiama in causa l'Anac. Dubbi sull'aggiudicazione a Mittal. A rischio 4mila posti di lavoro

Carlo Cottarelli lascia il Quirinale dopo aver ricevuto l'incarico da Sergio Mattarella

Radiotaxi, l'Antitrust boccia l'esclusiva tassista-cooperativa

Illegittime, per Milano e Roma, le norme che regolano il rapporto tra la macchina e la radio a cui è legata. Il 3570: "Abbiamo ragonre noi.