Mercoledì 18 Ottobre 2017 - 21:45

Le condoglianze di Trump alla famiglia del soldato ucciso: "Sapeva quel che faceva"

La frase rivelata da una deputata e smentita dal tycoon, è stata invece confermata dalla mamma del giovane morto in Niger

Trump parla all'Heritage Foundation President's Club a Washington

La madre del sergente David Johnson, uno dei quattro soldati americani uccisi in Niger il 4 ottobre, ha detto che il presidente Usa, Donald Trump, è stato "irrispettoso" quando ha chiamato la famiglia per fare le sue condoglianze.

"Non hanno rispettato mio figlio e mia figlia, mio marito e me", ha detto Cowanda Jones-Johnson al Washington Post confermando quanto rivelato dalla deputata democratica Frederica Wilson. La parlamentare, che era con la famiglia al momento della chiamata, ha svelato in un'intervista alla Cnn che il presidente ha detto che il militare "sapeva quello che faceva quando si è arruolato". 

Trump ha utilizzato il suo account Twitter per rispondere alle critiche e ha accusato la deputata di aver inventato "totalmente" la frase riportata e ha affermato di averne le prove. Trump ha poi insistito sul fatto di aver avuto "una conversazione molto piacevole", e ha chiesto a Wilson di ritrattare le sue dichiarazioni. La deputata ha insistito dicendo che la vedova "piangeva tutto il tempo" durante la telefonata e che, quando ha riattaccato il telefono, ha detto che il miliardario "non riusciva a ricordare" il nome del sergente.

Johnson è uno dei quattro militari uccisi il 4 ottobre in Niger, 190 chilometri a nord della capitale Niamey, nel corso di un'imboscata. Nel pomeriggio, la portavoce della Casa Bianca, Sarah Sanders, ha assicurato che la telefonata di Trump alla vedova è stata "del tutto rispettosa". 

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Messico, i giorni dopo il terremoto

Messico, tre italiani scomparsi: inchiesta su poliziotti Tecalitlan

Si tratta di un sessantenne, di suo figlio di 25 anni e di suo nipote di 29 anni: i parenti non hanno loro notizie dal 31 gennaio

Prima del film Suburbicon a Los Angeles

Clooney donano 500mila dollari per la manifestazione contro le armi

L'attore e la moglie aiutano a finanziare il corteo del 24 marzo a Washington, organizzato dopo la sparatoria nel college in Florida in cui sono morte 17 persone

Trump parla alla Nazione dopo la sparatoria in Florida

La Cnn contro Trump: "Golf e Twitter durante funerali in Florida"

Il duro editoriale dell'anchorman Anderson Cooper: "Due famiglie hanno seppellito i loro figli. Nessuna menzione nei suoi tweet"

Corea oltre le Olimpiadi, viaggio al confine tra Nord e Sud: "Ripartiamo dalla bandiera unita"

Nella zona demilitarizzata si respira ibisco e tensione, tra chi vorrebbe l'unità e chi ne ha paura