Lunedì 15 Maggio 2017 - 08:45

Mafia, commissariate 4 direzioni generali Lidl, 15 arresti a Milano

60 perquisizioni locali tra Lombardia, Piemonte, Puglia e Sicilia

Mafia, commissariate 4 direzioni generali Lidl, 15 arresti a Milano

Questa mattina i militari del Nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza di Varese e personale della Squadra mobile di Milano hanno dato esecuzione all'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Milano, su richiesta della Dda nei confronti di 15 persone, accusate di far parte di un'associazione per delinquere che ha favorito gli interessi, in particolare a Milano e provincia, della famiglia mafiosa catanese dei 'Laudani' o 'Mussi i ficurinia'.

Sono anche in corso oltre 60 perquisizioni locali tra Lombardia, Piemonte, Puglia e Sicilia, sequestri preventivi di beni immobili, quote sociali, disponibilità finanziari e ordinanze di amministrazione giudiziaria nei confronti di società operanti nel settore della grande distribuzione e della vigilanza e sicurezza privata. Nella stessa mattinata, la polizia di Stato e la guardia di finanza stanno dando esecuzione, in provincia di Catania, al decreto di fermo di indiziato di delitto, emesso dalla Dda della città siciliana, nei confronti di due indagati accusati di far parte dell'associazione mafiosa riconducibile alla famiglia dei 'Laudani'.

Nell'ambito dell'operazione alcune aziende che fanno parte del consorzio che gestisce la sorveglianza privata all'interno del Palazzo di Giustizia di Milano sono state commissariate. Il Tribunale si Milano ha anche posto in amministrazione giudiziaria quattro direzioni generali della Lidl, multinazionale tedesca della grande distribuzione.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Grosseto, uomo spara in strada a Follonica dopo lite: un morto e 2 feriti

Monza, spara alla moglie per strada e poi si costituisce: la donna è morta

L'uomo è sceso dall'auto e ha esploso i colpi contro la 35enne che camminava in strada a Bovisio Masciago

Renato Vallanzasca si reca a lavoro presso la Neco srl di via Roma 1

Vallanzasca chiede libertà condizionale. Il carcere di Bollate: "È molto cambiato"

La richiesta del bandito della mala milanese, condannato a 4 ergastoli. L'equipe di osservazione e trattamento del penitenziario: "Concedetegliela"

Bergamo, truffa su impianti sciistici: ai domiciliari due sindaci

I primi cittadini di Foppolo e Valleve a capo di un sistema criminale costruito per percepire indebitamente contributi regionali

Milano, vermi nella marmellata alla mensa scolastica. Indignazione sul web

La denuncia dell'associazione Pranzo da casa su Facebook