Mercoledì 13 Settembre 2017 - 08:15

Le pagelle di Barcellona-Juve 3-0: brilla Messi, Higuain fantasma

Se Iniesta sale in cattedra Dybala non ripete le magie della scorsa stagione

Le pagelle di Barcellona-Juve 3-0: brilla Messi, Higuain fantasma

Le pagelle di Barcellona-Juventus, incontro del Gruppo D di Champions League.
 

JUVENTUS

BUFFON 6 - Non aveva mai subito gol da Messi, la 'Pulce' si rifà con gli interessi. Un paio di interventi importanti, ma sui gol può davvero fare poco.

ALEX SANDRO 5 - Troppo fragile ed inefficace in fase di spinta, ma va detto che non era al meglio.

BENATIA 5 - I fenomeni blaugrana lo fanno ballare dopo un tutto sommato buon primo tempo. Sul 2-0 blaugrana sbaglia l'uscita e sul 3-0 si fa superare da Messi con troppa facilità.

BARZAGLI 5,5 - Solita esperienza al servizio della squadra. Tiene la baracca per un tempo e tiene a bada Suarez, nella ripresa mette qualche pezza qua e là ma non può sempre fare miracoli.

DE SCIGLIO 6 - Prestazione incoraggiante. Molto attento in fase difensiva ed anche pericoloso con una conclusione dalla distanza. Rischia la frittata con un assist involontario a Dembelé. Out prima dell'intervallo. (dal pt 41' STURARO 5,5 - Fa quel che può cercando di fare diga)
MATUIDI 6 - Tanta sostanza e maniere forti quando serve, cala nella ripresa.

PJANIC 6 - Nei primi 45' fa tutto con precisione: gestione della palla, apertura del gioco. Poi sprofonda nelle maglie blaugrana del centrocampo come si trovasse sulle sabbie mobili.

DOUGLAS COSTA 5,5 - Sulla carta, dovrebbe essere uno degli uomini-Champions. Qualche buona accelerazione, ma non dà mai la sensazione di poter lasciare davvero il segno. A corrente alternata.

DYBALA 5 - Non ripete le magie che la scorsa stagione affossarono i catalani allo Stadium. Il Camp Nou lo riporta tra gli umani. Non punge e perde il confronto con il 'maestro' Messi, apparso a distanza siderale dal 10 bianconero.

BENTANCUR 5,5 - Esordio da titolare da brividi. Prova a fare il compitino e non sfigura ma poteva fare qualcosa di più. (dal st 18' BERNARDESCHI 6 - Subito in partita, nonostante il contesto non sia dei più agevoli. Tira due volte in porta in pochi minuti).

HIGUAIN 5 - Fuori dal gioco, non si vede mai (dal st 42' CALIGARA sv).

All. ALLEGRI 6 - Nonostante le assenze la squadra scende in campo senza timori reverenziali e spaventa i blaugrana nei primi 45'. Nella ripresa non riesce ad adottare le contromisure per evitare il crollo bianconero.

BARCELLONA

TER STEGEN 6 - I bianconeri si limitano a punzecchiarlo con Dybala ed Higuain, si fa sempre trovare pronto quando è chiamato in causa.

SEMEDO 6 - Douglas Costa lo tiene sul chi va là. Poi, quando può e il brasiliano rincula, si proietta in avanti e tiene in apprensione i bianconeri.

UMTITI 6,5 - Grande senso della posizione, non sbaglia un anticipo.

PIQUÈ 7 - Sovrasta ed annulla Higuain in collaborazione con il compagno di reparto.

JORDI ALBA 6 - Più impegnato nella fase di copertura che nella fase di spinta ma non fa mancare le sue sgroppate.

INIESTA 7 - Sale in cattedra e dirige il gioco con la solita, elegante maestria. Dov'è la novità? Il Camp Nou gli tributa la meritatissima standing ovation (dal st 38' ANDRE' GOMES sv).

SERGIO BUSQUETS 6 - Molto lavoro dietro le quinte, ma solido e preziosissimo.

RAKITIC 6,5 - Primo tempo di grande sofferenza. Sul velluto nella ripresa, che impreziosisce con il gol del raddoppio (dal st 32' PAULINHO sv).

DEMBÉLÉ 6 - Uno dei grandi osservati speciali in questa prima parte di stagione. Il francese aggredisce subito Alex Sandro, ma è un fuoco fatuo: non sfoggia i colpi che valgono il maxi investimento fatto dalla dirigenza blaugrana. Poco ispirato, fumoso (dal st 26' SERGI ROBERTO sv - Entra a sipario ormai calato).

SUAREZ 6,5 - La scena la ruba Messi, lui non sembra proprio in serata di grazia. Ma quando duetta con la Pulce, cui regala una sponda-assist, fa sempre paura.

MESSI 8 - E con stasera sono 96 gol in Champions League. Innocuo per 44' complice anche il gran pressing bianconero, si desta e sono dolori per i bianconeri: finalmente riesce a 'bucare' Buffon. Senza il palo poteva anche essere tripletta. Gli aggettivi non servono più.

All. VALVERDE 6.5 - Raddrizza la rotta nell'intervallo dopo un primo tempo di sofferenza. I blaugrana per lunghi tratti appaiono prevedibili, lenti e poco ispirati. Poi decidono che è ora di giocare.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Roma - Juventus

Serie A, Juventus incerottata contro l'Atalanta: Allegri non rischia Dybala

La probabile formazione: dentro Lichtsteiner per De Sciglio e Marchisio per Khedira, poi Mandzukic per Higuain

Juventus - Crotone

Allegri: "Matuidi titolare. Higuain? Difficile. Bernardeschi rischia l'operazione"

Domani il match contro l'Atalanta: "Dobbiamo stare attenti, vorrà rifarsi dopo l'uscita dall'Europa League"

Nyon, i sorteggi dell'Europa League

Europa League, i sorteggi: Milan-Arsenal e Lazio-Dinamo Kiev

Scongiurato il pericolo derby italiano negli ottavi di finale

Europa League, sedicesimi di finale - Milan vs Ludogorets

Milan facile sul Ludogorets. Ai rossoneri basta un gol di Borini

La squadra di Gattuso raggiunge gli ottavi. Partita tranquilla senza correre rischi. E' l'undicesimo risultato utile consecutivo