Venerdì 21 Aprile 2017 - 10:45

Le Pen: Il Paese è in stato di guerra, abrogare leggi lassiste

La leader del Front National candidata alle presidenziali chiede di reintegrare le frontiere ed espellere segnalati da 007

Le Pen: Il Paese è in stato di guerra, abrogare leggi lassiste

"Dato che il Paese è in uno stato di guerra, la risposta deve essere globale, totale, vale a dire quella di un Paese intero". Lo ha dichiarato la leader dell'utradestra e candidata alle presidenziali Marine Le Pen in una dichiarazione pubblica dopo l'attacco di ieri sera sugli Champs-Elysees di Parigi in cui è rimasto ucciso un poliziotto. "Questa guerra che stiamo conducendo è spietata e implacabile. Ognuno capisce che non possiamo perdere", ha aggiunto invitando tutti all'"unità della nazione e alla lucidità", denunciando il "lassismo e l'ingenuità", ai quali "la nazione deve ora rinunciare".
 

Le Pen chiede di reintegrare immediatamente le frontiere francesi ed espellere tutti gli individui segnalati con la 'fiche s' e monitorati dai servizi segreti. "Da Presidente della Repubblica chiamerò un governo di unione nazionale raggruppato attorno ai principi che ho difeso. Bisogna urgentemente mettere fine al lassismo giudiziario, abrogare le leggi penali lassiste Dati e Taubira". Poi ha sottolineato: "Il finanziamento delle moschee non potrà essere in alcun caso pubblico o di provenienza straniera". 

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Manchester, la vittima più piccola è bambino delle elementari

Manchester, la vittima più piccola è bambino delle elementari

La prima ad essere stata identificata è una studentessa di 18 anni, Georgina Callander

Trump: Israeliani e palestinesi sono pronti per la pace

Trump: Israeliani e palestinesi sono pronti per la pace/ VIDEO

Raggiungere la pace in Medio Oriente "non sarà semplice"

Omaggio floreale per le vittime dell'attentato al Manchester Arena

Manchester, regina Elisabetta: Nazione sotto shock, atto barbaro

"So di parlare per tutti esprimendo la mia profonda vicinanza a tutti quelli che sono rimasti colpiti"

L'Isis ha rivendicato l'attacco al concerto di Ariana Grande

L'Isis ha rivendicato l'attacco al concerto di Ariana Grande

L'attacco esplosivo alla Manchester Arena che la scorsa notte ha provocato 22 morti e decine di feriti