Giovedì 12 Ottobre 2017 - 15:00

Weinstein, Léa Seydoux: "Ho fatto di tutto per difendermi"

Anche la francese si aggiunge all'elenco delle attrici molestate dal produttore Harvey Weinstein

Vip alla sfilata Louis Vuitton a Parigi

Anche Léa Seydoux si aggiunge alla lunga lista di attrici che stanno denunciando pubblicamente Harvey Weinstein di molestie e abusi sessuali. L'attrice francese, nota per aver interpretato la ragazza dai capelli blu, Emma, in La vita di Adele, ha raccontato la sua esperienza al Guardian.

Una notte, durante il Paris Fashion Show, il produttore hollywoodiano insistette per vederla nel suo albergo. "Stavamo parlando sul divano - ha raccontato l'attrice al quotidiano britannico - quando improvvisamente mi saltò addosso e provò a baciarmi. Ho dovuto difendermi. Lui è grande e grasso così ho dovuto usare tutte le mie forze per resistergli".

"Ci provò più di una volta", ha aggiungo Seydoux descrivendo l'uomo come dispotivo e privo di controllo. "L'ho spinto via. Credo che mi rispettò perché avevo resistito". 

Nella giornata di oggi, anche la modella Cara Delevingne ha denunciato un tentativo di abuso da parte del produttore e alcuni uomini del mondo dello spettacolo, come Ben AffleckJames Van Der Beek (anche lui violentato all'inizio della sua carriera) hanno manifestato il proprio sostegno.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Caso Weinstein, il produttore Rosenberg ammette: "Tutti sapevamo ma abbiamo taciuto"

"Siamo rimasti in silenzio perché lui era la gallina dalle uova d'oro, ma ora mi sento complice e mi vergogno"

T

"Anche io sono stata molestata a 9 anni": America Ferrera si unisce a #metoo

L'attrice aderisce alla campagna della collega Alyssa Milano per spirgere le donne a racconatre gli abusi subiti

Asia Argento rivela: "A 16 anni un regista e attore italiano mi molestò"

E su Weinstein dice: "Era un orco, un predatore seriale"

Caso Weinstein, Asia Argento: "Era un orco, mi sconvolgono gli attacchi delle donne"

"Mi accusano di esserci stata, è questa la cosa che mi fa più male"