Martedì 10 Ottobre 2017 - 20:15

Lega Serie A, diritti tv esteri all'agenzia americana Img

De Laurentiis attacca: "Deluso, offerte sui 350 milioni mortificanti"

Lega Serie A, diritti tv esteri all'agenzia americana Img

La Lega Serie A ha assegnato all'agenzia americana IMG i diritti tv esteri della Serie A per il triennio 2018/2021. La deliberà è stata approvata da 18 società su 20.

L'ammontare dell'offerta - a quanto si apprende - si aggira introno al 350 milioni di euro. In particolare l'offerta dell'agenzia IMG, soltanto per il campionato di Serie A, è di 340 milioni per i diritti tv e 12 per il betting. A questi va aggiunto il 4% dei diritti tv assegnati alla Rai per gli italiani all'estero. In totale totale alla Lega Serie A andranno circa 371 milioni di euro. "Ha vinto il progetto industriale", ha spiegato il commissario Tavecchio.

DE LAURENTIIS: OFFERTE MORTIFICANTI. "Lo dico con estrema serenità: sono molto deluso. Sapevo che avremmo aperto delle buste che accontentavano la fame di alcuni club di avere dei soldi, ma che avrebbero impedito alle 5 squadre più importanti di diventare competitive nei prossimi 4 anni". Così Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli, al termine dell'Assemblea straordinaria della Lega Serie A sull'assegnazione dei diritti tv esteri per il triennio 2018/2021. "Abbiamo ricevuto offerte a dir poco mortificanti, per colpa di un grande errore dell'avvocato Nicoletti, di Tavecchio e Infront", ha aggiunto. E a proposito dell'advisor, De Laurentiis ha attaccato: "Infront ci crea dei danni, se altri fatturano più di noi e noi pensiamo di prendere il doppio dell'ultimo anno (186 milioni, ndr): ma non è sufficiente. Il fatto di stare ora intorno ai 350 milioni è ridicolo".

"Abbiamo fallito, (Infront) ci ha creato un danno. Anche questi 350, che diventeranno poi 355 e 360 milioni ci portano ad un gap con le Leghe straniere che aumenterà a dismisura", ha ribadito De Laurentiis. "Noi, come anche la Juventus, non potremo acquistare più nulla. Mi meraviglio che Inter e Milan comprate dai cinesi cadano nel baratro di questo misundertanding. E lo dice da uno che conosce questo campo, so che bisognerebbe lavorare territorio per territorio", ha dichiarato ancora il presidente del Napoli. "Di fronte a una Spagna che è a 680 milioni ma anche alla Premier e la Bundesliga, dobbiamo recuperare tanti anni di grandi errori dove il nostro prodotto non veniva visto. Dobbiamo cambiare lo statuto, dobbiamo assumere un amministratore delegato che si dedica a migliorare la vendita dei diritti per massimizzare gli introiti dei club e vendiamo prima? Cosa è questa fretta?", ha concluso De Laurentiis lasciando intendere la sua indicazione di attendere prima di assegnare i diritti tv. De Laurentiis, sceso in compagnia del presidente della Samp Ferrero, ha poi lasciato la sede della Lega ribadendo: "Non sono incazzato, ma deluso".
 

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Serie A - Inter Milan vs Lazio

Il Var funziona: "Mille interventi e solo l'1% di errori in 210 gare"

Presentata da Nicchi e Rizzoli un'analisti approfondita: solo in 7 casi errore decisivo. E il tempo di consultazione è sceso a 29 secondi

Supervacanze di Natale red carpet anteprima

Figc, si candida Lotito: "Ho 11 voti". Ma la serie A è spaccata

Restano in campo Damiano Tommasi (calciatori), Gravina (Lega Pro) e Sibilia (LND). Il 29 il voto

POR, UEFA CL, Benfica Lissabon vs FC Basel

Calciomercato: arriva Lisandro Lopez e l'Inter punta Rafinha. Il Napoli vuole Verdi

Fatta per l'argentino del Benfica in nerazzurro. La Lazio blinda De Vrij. Due tedeschi per il Milan. Il Chelsea vorrebbe Sarri dopo Conte

FIGC, consiglio federale dopo l'eliminiazione dell'Italia ai prossimi mondiali di Russia

Figc, fumata nera a Firenze. Sul tavolo sempre tre candidature

Nulla di fatto nella riunione preparatoria di Firenze. Assente la serie A. Tommasi, Gravina e Sibilia sempre in corsa