Martedì 10 Ottobre 2017 - 20:15

Lega Serie A, diritti tv esteri all'agenzia americana Img

De Laurentiis attacca: "Deluso, offerte sui 350 milioni mortificanti"

Lega Serie A, diritti tv esteri all'agenzia americana Img

La Lega Serie A ha assegnato all'agenzia americana IMG i diritti tv esteri della Serie A per il triennio 2018/2021. La deliberà è stata approvata da 18 società su 20.

L'ammontare dell'offerta - a quanto si apprende - si aggira introno al 350 milioni di euro. In particolare l'offerta dell'agenzia IMG, soltanto per il campionato di Serie A, è di 340 milioni per i diritti tv e 12 per il betting. A questi va aggiunto il 4% dei diritti tv assegnati alla Rai per gli italiani all'estero. In totale totale alla Lega Serie A andranno circa 371 milioni di euro. "Ha vinto il progetto industriale", ha spiegato il commissario Tavecchio.

DE LAURENTIIS: OFFERTE MORTIFICANTI. "Lo dico con estrema serenità: sono molto deluso. Sapevo che avremmo aperto delle buste che accontentavano la fame di alcuni club di avere dei soldi, ma che avrebbero impedito alle 5 squadre più importanti di diventare competitive nei prossimi 4 anni". Così Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli, al termine dell'Assemblea straordinaria della Lega Serie A sull'assegnazione dei diritti tv esteri per il triennio 2018/2021. "Abbiamo ricevuto offerte a dir poco mortificanti, per colpa di un grande errore dell'avvocato Nicoletti, di Tavecchio e Infront", ha aggiunto. E a proposito dell'advisor, De Laurentiis ha attaccato: "Infront ci crea dei danni, se altri fatturano più di noi e noi pensiamo di prendere il doppio dell'ultimo anno (186 milioni, ndr): ma non è sufficiente. Il fatto di stare ora intorno ai 350 milioni è ridicolo".

"Abbiamo fallito, (Infront) ci ha creato un danno. Anche questi 350, che diventeranno poi 355 e 360 milioni ci portano ad un gap con le Leghe straniere che aumenterà a dismisura", ha ribadito De Laurentiis. "Noi, come anche la Juventus, non potremo acquistare più nulla. Mi meraviglio che Inter e Milan comprate dai cinesi cadano nel baratro di questo misundertanding. E lo dice da uno che conosce questo campo, so che bisognerebbe lavorare territorio per territorio", ha dichiarato ancora il presidente del Napoli. "Di fronte a una Spagna che è a 680 milioni ma anche alla Premier e la Bundesliga, dobbiamo recuperare tanti anni di grandi errori dove il nostro prodotto non veniva visto. Dobbiamo cambiare lo statuto, dobbiamo assumere un amministratore delegato che si dedica a migliorare la vendita dei diritti per massimizzare gli introiti dei club e vendiamo prima? Cosa è questa fretta?", ha concluso De Laurentiis lasciando intendere la sua indicazione di attendere prima di assegnare i diritti tv. De Laurentiis, sceso in compagnia del presidente della Samp Ferrero, ha poi lasciato la sede della Lega ribadendo: "Non sono incazzato, ma deluso".
 

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Lazio - Cagliari

Serie A, Lazio non si ferma: tris al Cagliari con doppietta Immobile

La vittoria consente ai biancocelesti di agganciare la Juventus e restare nella scia del Napoli capolista e dell'Inter

Torino - Roma

Serie A, alla Roma basta Kolarov: Toro ko, giallorossi tengono ritmo Champions

Una punizione nella ripresa del serbo decide la sfida dell'Olimpico Grande Torino e regala tre punti pesantissimi alla squadra di Di Francesco

Milan vs Genoa  - Campionato italiano di calcio Serie A TIM 2017-18

Serie A, il Milan non esce dalla crisi: 0-0 con il Genoa, Bonucci espulso

Dramma rossonero: dopo le tre sconfitte consecutive in campionato la squadra di Montella non riesce ancora a ripartire