Martedì 10 Ottobre 2017 - 21:30

Legge elettorale, Pisapia: "Da Cp no a fiducia, è pessima legge"

"Un provvedimento varato ad uso e consumo di cartelli politici improvvisati e non frutto di un ragionamento ampio"

Legge elettorale, Pisapia: "Da Cp no a fiducia, è pessima legge"

"I parlamentari che aderiscono a Campo Progressista non voteranno la fiducia alla legge elettorale posta dal Governo". E' quanto si legge sul profilo Facebook di Campo Progressista, rilanciato sui social network anche da Giuliano Pisapia.

"Ancora una volta ci troviamo di fronte a una legge più che elettorale, pre-elettorale - si legge ancora - Un provvedimento varato ad uso e consumo di cartelli politici improvvisati e non frutto di un ragionamento ampio e condiviso: candidature su più collegi dello stesso candidato per permettere l'elezione garantita a lui e ai 'secondi' nei collegi rimanenti, la gran parte dei parlamentari saranno nominati dai partiti e non scelti dai cittadini e, peggiorando la già pessima proposta precedente, non sarà possibile il voto disgiunto tra partito e candidato nella componente maggioritaria, forzando l'elettore a scegliere obbligatoriamente l'abbinamento candidato-partito. Una pessima legge portata al voto con un pessimo metodo che questo facsimile di scheda elettorale, confusa e confusiva, rappresenta plasticamente".

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Referendum sull'autonomia, la riunione della giunta

Referendum, Zaia: "Pronti a trattare con il governo". Salvini: "Lezione di democrazia"

Maroni difende il voto elettronico: "Ha funzionato bene, è il futuro"

P.zza Montecitorio, presidio in favore del testamento biologico

Biotestamento, l'appello dei sindaci: "Legge subito in Senato"

Tra i firmatari Raggi, Appendino, Sala e de Magistris

Sergio Mattarella in occasione dell'incontro con i Magistrati ordinari in tirocinio

Mattarella: "Inaccettabili credenze antiscientifiche che ostacolano vaccini"

L'intervento del capo dello Stato alla cerimonia 'I giorni della ricerca' contro il cancro al Quirinale

Referendum sull'autonomia della Lombardia, il voto di Matteo Salvini

Referendum, Salvini: "Lezione di democrazia, abbiamo vinto 5 a 0"

"Abbiamo scelto una via regolare, pacifica, costituzionale. Il nostro unico interlocutore è il presidente del Consiglio"